A novembre il terzo volume della saga dei 3ARM

L’invenzione più luminosa di Davide Toffolo. Le storie a fumetti che hanno dato origine al gruppo rock Tre allegri ragazzi morti. I cinque ragazzi zombi di Toffolo, impossibilitati a crescere o morire, legati a regole di comportamento come nella tradizione dei fumetti classici, sviluppano la loro saga in una serie di nove avventure. Raccolte integralmente in tre volumi sono il modo migliore per incontrare l’immaginario di un grande autore italiano con le sue storie e la sua musica. Ogni volume infatti, in una bellissima confezione simil DVD, conterrà libro e un cd con le musiche dei Tre allegri ragazzi morti. Insomma, per la prima volta musica e fumetti in un bellissimo oggetto-libro.

TERZO VOLUME
Contenuti:

IL LIBRO
Episodi

7 – Guerre private
Cinque allegri ragazzi morti cercano di rapire Elisa dall’ospedale dove è ricoverata. L’infermiera che la assiste legge appassionata una storia a fumetti ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale.

8 – Il dono
Una ragazzina salva dallo spiaggiamento una branco di balene. Come può? I ragazzi morti si trovano ad una festa dove I fratelli Calìa, cacciatori di demoni, fanno il loro difficile lavoro. Un omaggio a DevilMan di Go- Nagai.

9 – Sotto l’acqua
L’ultima storia della serie, mai pubblicata prima.

Appendice – Portfolio – Illustrazioni.

CD – 3 / MONDO NAIF

01 – Candida l’ottimista
02 – Karaoke
03 – La qualità
04 – Una cosa speciale
05 – 1994
06 – Come mi vuoi
07 – Guerra civile
08 – Hollywood come Roma
09 – Quindic’anni già
10 – Mai come voi

MONDO NAIF
Mondo Naïf è la prima collezione di canzoni registrata da Tre Allegri Ragazzi Morti nel 1994, ed uscita solo su musicassetta. Distribuita a mano ai concerti e per le strade di Pordenone, è stato il  punto di partenza dell’avventura della band. Al suo interno alcuni pezzi (come “Quindic’anni già” e “Mai come voi”) verranno in seguito registrate nuovamente, live su Piccolo intervento a vivo per Aspirine nel 1996 e in studio su Mostri e normali per BMG/Ricordi nel 1997, diventando tra le canzoni più apprezzate del repertorio. Si fanno notare anche alcuni “jingle” di sola chitarra e voce, come “La qualità” del 1994 (che criticava un Berlusconi appena sceso in campo e mai più sparito) e “Guerra civile”.

Se da un lato si sente l’influenza dei tempi (Nirvana?), dall’altro colpisce l’irruenza delle parole di Davide Toffolo, la complessità dell’immaginario creato (anche grazie alle immagini a fumetti dello stesso Toffolo), l’energia ribelle ma mai lamentosa, l’originalità, fattori che spingono un po’ alla volta il gruppo verso la curiosità di tutt’Italia.

INTRODUZIONE AL PROGETTO
Con i romanzi a fumetti “Carnera, la montagna che cammina”, “Pasolini” e “Il re bianco”, e col recente “Très! Fumetti per il teatro”, Davide Toffolo si è affermato come uno degli autori più importanti ed amati d’Italia.
Ma Davide Toffolo è conosciuto anche per essere un artista che ha messo assieme due mondi: fumetto e musica. “CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI – La serie completa” è occasione unica per vedere il risultato di questo incontro. Tre volumi di 160 pagine l’uno, pubblicati dalla Coconino Press, già editrice di altri importanti autori come Daniel Clowes, Carles Burns, Gipi, Igort, David B., Tanigichi, Maruo e di tutti i romanzi a fumetti di Davide Toffolo. Più di 500 tavole disegnate per la Marvel Italia nel periodico Fandango compongono il corpo dell’opera.

LA STORIA
La storia parla di cinque ragazzi: Gianny Boy, Vasco, Sumo, Sleepy e Mario, che tornano in vita dopo la loro morte provocata da Lidia, la strega che vuol controllarli con delle bamboline voodoo. Ma Elisa, una ragazza coinvolta nell’incidente dei cinque e rimasta in coma, diventa il loro “angelo custode” e riesce a dar loro l’autonomia della propria morte, restituendo a ciascuno la propria bambolina. Ma ci sono anche delle regole da rispettare: non interferire nella vita dei vivi, mangiare solo carne umana e non innamorarsi mai. Perché l’amore della morte equivale alla morte.

IL MONDO DI CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI
È un mondo crudele e romantico che racconta gli adolescenti ma è anche l’invenzione di un immaginario che da più di dieci anni tiene viva l’attenzione di migliaia di persone. Un omaggio al genere horror, ma con novità nella narrazione e nei temi. Sentimento, avventura, magia e horror trovano una sola comune piattaforma sulla quale incontrarsi per raccontare una novità nel panorama del fumetto. CINQUE ALLEGRI RAGAZZI MORTI è un omaggio di Toffolo ai fumetti di squadra degli anni ’70. Le sue letture di bambino: ALAN FORD, I SUPEREROI MARVEL, LE STORIE HORROR EC COMICS e la novità dei fumetti giapponesi di GO-NAGAI.

L’AMORE E LA MORTE
Sono queste le due chiavi per entrare nel mondo creato da Davide Toffolo attorno alle figure dei Cinque Allegri Ragazzi Morti. Cinque ragazzi (Gianni Boy, Sumo, Vasco, Sleepy, Mario) che, oltre ad una grande amicizia, condividono anche un singolare destino, quello di essere dei morti viventi. Costretti a cibarsi unicamente di carne umana, impossibilitati a creare relazioni amorose, perché l’amore della morte corrisponde alla morte, e sempre on the road, per le strade dell’Italia, alla ricerca di cibo e di un po’ di chiarezza sulla loro nuova vita. L’amore è la causa che porta alla morte dei cinque amici. Dopo uno scherzo del gruppo ai danni di Sumo e di Lidia, la ragazza del quale è innamorato, si trasforma in una violenta vendetta a base di voodoo. Vendetta che finisce per coinvolgere, oltre ai cinque, anche un’altra ragazza, Elisa, che rimarrà in coma e diventerà, grazie alla sua presenza eterica, una sorte di angelo custode dei ragazzi. L’amore e la morte. Costanti delle loro avventure, legate tra di loro da un filo sottile, ma resistente, dove soprattutto la morte finisce per perdere tutti i significati che spesso le attribuiamo e si riduce ad essere momento di una particolare catena alimentare.
Particolarità dell’opera di Davide Toffolo è proprio l’aver costruito attorno a delle premesse abbastanza classiche, da b-movie, una storia dove a prevalere sono i sentimenti forti, di amicizia, che legano i cinque ragazzi anche dopo la morte, e le tematiche adolescenziali che coinvolgono tutte le persone che si trovano a gravitare intorno al piccolo, e in costante evoluzione, mondo dei cinque giovani zombie.

 

Condividi.