A Vercelli il JAZZ:RE:FOUND 2010; Vercelli Music Art Festival

Per la terza edizione del festival piemontese, tante novità e artisti di primo piano dall’11 al 13 giugno. Saranno tre giorni di concerti, djset, animazione video, cultura e divertimento con Tricky, The Cinematic Orchestra, Zero7, The Herbaliser.


Da tre anni a questa parte Vercelli celebra l’inizio dell’estate con un festival musicale che ha portato in città oltre 10000 persone nelle prime due edizioni, già definito da alcuni il piccolo ‘Umbria Jazz’ del Nord Italia. Jazz:re:found è un esperimento coraggioso, frutto della scommessa dell’Associazione Culturale Casanoego che in collaborazione con il Comune e la Provincia di Vercelli, offre ogni anno una variegata proposta musicale che parte dal jazz e attraverso laptop e campionamenti sconfina nelle sonorità più contemporanee.

Anche la location non sarà più la stessa degli anni scorsi, Jazz:Re:Found infatti si avvicina ulteriormente al centro della città andando a occupare il grande spazio verde del parco di
Corso Bormida, dove si potrà allestire un vero e proprio villaggio, capace di accogliere al meglio tutte le attività del festival, compresa anche un’area camping attrezzata per dormire nel parco e vivere i tre giorni di musica immersi nella natura. L’atmosfera sarà proprio quella di una manifestazione internazionale dove accanto a concerti e djset avranno grande spazio: il legame fra cibo e musica con la sezione Jazz:Re:Food, i bambini e la creatività con Jazz:Re:Found Children e le attività sportive diurne legate al writing, allo skating e al fenomeno del fixing o bici fissa.

Accanto ai grandi nomi italiani e internazionali, insieme alle proposte sempre di qualità di un festival che propone e conferma artisti di riferimento del panorama musicale nu-jazz e nu-funk ritagliandosi un ruolo particolarissimo nel contesto delle manifestazioni dedicate alla musica, si esibiranno anche i selezionati del concorso per band, producer, dj e vj, Jazz:Re:Found
Contest 2010. Nell’edizione di quest’anno verrà infatti inaugurato uno specialissimo Club Stage dove di giorno si alterneranno dj, producer, gruppi ma anche vj e creativi delle immagini selezionati per il festival vero e proprio da una giuria composta da Alessio Bertallot, Roberto Vernetti insieme a membri della crew Zona13.

Dopo la festa inaugurale di giovedì 10 giugno, venerdì 11 giugno aprono la serata Poets of Rythm feat. Karl Hector & The Malcouns che lasceranno il palco all’esibizione di uno dei tre vincitori del contest. Il palco poi sarà tutto per gli headliner The Cinematic Orchestra, band britannica (Ninja Tune) passata alle scene per aver scritto la musica d’accompagnamento per il film muto del 1929 Man with a Movie Camera. Un’esperienza di straordinario livello, un’occasione per cogliere la fusione tra sonorità jazz mixate con l’elettronica e il soft-rock. A concludere il primo giorno di concerti saranno i padroni di casa Noego che ospiteranno nel loro dj set il mitico dj dello Studio 54 di New York, Nicky Siano.
Sabato 12 giugno la programmazione serale del festival inizia con il dj e speaker Alessio Bertallot e il suo B-Side Party, un momento di improvvisazioni jazz su brani celebri della scena musicale elettronica, il tributo al compositore di colonne sonore lounge Piero Umiliani e la premiazione alla famiglia dell’artista. A cominciare poi i live set, sul palco saliranno gli inglesi Zero7, apprezzati produttori e musicisti dalle sonorità anni ’70 con incursioni jazz e downtempo che da sempre si servono di collaborazioni di spicco per le parti vocali dei loro brani, mentre in chiusura suoneranno i londinesi The Herbaliser, maestri nel campionare groove e funk con lo scratch e le orchestrazioni più classiche.
Domenica 13 la serata apre con l’esibizione dell’ultimo vincitore del concorso Jazz:Re:Found Contest 2010, seguito dai talento dei The Bamboos, esponenti del funk soul australiano che toccheranno l’Italia per quest’unica data prima di procedere per il loro lunghissimo tour europeo. La serata continua con i Portico Quartet, affascinante gruppo inglese prodotto da Peter Gabriel che farà sognare con il suo mix di musica classica, minimale e incursioni etniche.
Headliner della serata per l’ultimo concerto dell’edizione 2010 del festival sarà Tricky che con la sua band regalerà al pubblico i brani più celebri del suo repertorio in attesa del nuovo disco.

Condividi.