Aggiornamenti dal roster Visible Noise (Lostprophets, BMTH..)

Lostprophets: il18 gennaio è stato pubblicato “The betrayed”, quarto album del quintetto britannico. Subito ottimi i responsi di critica e pubblico, raggiungendo nella prima settimana di pubblicazione il primo posto nelle classifiche di vendita e la terza posizione nella categoria “Top single”  inglesi con il primo estratto “It’s not the end of the World, but I can see it from here” e ora con “Where we belong”. L’intero mese di febbraio i Lostprophets lo dedicheranno a un UK tour con 21 date confermate.

Bring Me The Horizon: Il gruppo di Sheffield è attualmente rintanato negli studi scozzesi Highlands a scrivere le canzoni che andranno a comporre il successore del fortunato “Suicide season”, uscito nel 2008. Tra marzo e aprile è prevista la partenza per la Svezia dove verrà registrato il disco assieme al produttore Frederik Nordstrom. La pubblicazione del disco è prevista per l’estate. I Bring Me The Horizon sono stati eletti da diversi media una delle migliori band del 2009 del circuito alternative e sono in lizza in diverse sezioni per il classico Metal Hammer Golden Gods, celebrazione della sezione britannica del noto magazine Metal Hammer. Sul fronte live è stata confermata la partecipazione alla data inglese del Sonisphere Festival il primo agosto e il Vans Warped Tour che li vedrà protagonisti dal 24 giugno al 15 agosto.

Your Demise: Una delle migliori realtà hardcore metal è attualmente alle prese con il primo tour statunitense accompagnati da Ghost Inside, For The Fallen Dreams e Suffokate, il tour partito il 20 gennaio si concluderà il 4 marzo. Una volta tornati prenderanno dapprima parte assieme agli Architects al tour britannico degli A Day To Remember per poi tornare negli States dal 23 marzo al 2 aprile per partecipare all’Atticus Metal Tour in compagnia di Unearth, Stick To Your Guns e molti altri. A maggio sono previste le registrazioni del loro terzo album.

The Dead Formats: I mod-punks di Essex sono al lavoro per quello che sarà il loro debutto discografico. Nel frattempo per il mese di febbraio sono confermate diverse date sul suolo britannico. Il gruppo ha inoltre dato vita a una sorta di side-project interno chiamato The Dead Formats Soundsystem dove i musicisti remixano e modellano a proprio piacimento elementi cari al reggae, ska, northern soul, motown e musica 60s.

Condividi.