Alice Cooper Welcome 2 My Nightmare: l’incubo si aggiorna

Alice Cooper welcome 2 my nightmare

Una delle icone rock assolute rientra sulle scene con il sequel di uno dei suoi lavori maggiormente apprezzati: “Welcome 2 My Nightmare”. Quello che è il 26esimo (!) album da studio di Alice Cooper, riserva sorprese, ospiti a non finire, e contiene quella inimitabile classe che mantiene Vincent Furnier sulla cresta dell’onda a 63 anni suonati.


Outune.net – Alice Cooper Welcome 2 My Nightmare on MUZU.TV

Senza la paura di cambiare o di sperimentare nuove soluzioni (come dichiarato nella clip sopra “Alice ha sempre cambiato e in 26 dischi non si è mai posto il problema di andare troppo in una direzione o in un’altra, l’importante è rimanere nel personaggio che può cantare canzoni epiche, pesanti, particolari e anche pezzi che potrebbero essere di Tom Waits senza alcun timore”) Alice Cooper si è affidato all’esperienza di Bob Ezrin per produrre l’incubo aggiornato al 2011: “Bob è una di quelle persone che sanno come portare il rock a un livello più alto e renderlo accettabile e fruibile da chiunque. Mi ha detto ‘ehi sono passati 35 anni da Welcome To My Nightmare, come sarebbe l’incubo di Alice al giorno d’oggi?’ Da lì ci siamo messi a lavorare e a scrivere pezzi…

Alice Cooper welcome 2 my nightmare

Il singolo di lancio “I’ll Bite Your Face Off” è puro istinto e arriva diretto all’ascoltatore: “Credo sia il perfetto singolo da tre minuti secchi, ha un ritornello perfetto che si impara subito, è un pezzo chiaramente ispirato e debitore dei Rolling Stones, ha gli elementi di pezzi loro come Brown Sugar e Honky Tonk Woman.”
Ovviamente il disco offre altri spunti interessanti, come la teatralissima e folkeggiante “Last Man On Earth” oppure l’istrionica “Disco Bloodbath Boogie Fever” (dove John 5 si dimostra uno dei chitarristi più interessanti dell’ultima decade) dal finale inarrestabile, o ancora la sferragliante “A Runaway Train” e la ultra vintage “Ghouls Gone Wild” con tanto di rimandi ai Beach Boys, senza citare il featuring di Ke$ha in “What Baby Wants”.
Un album da scoprire che conferma l’ottimo stato di salute di Alice Cooper. Tra meno di un mese il Nostro sarà in Italia per tre appuntamenti: 12 ottobre Roma, Atlantico, 13 ottobre Padova, Gran Teatro Geox, 14 ottobre Trezzo sull’Adda (MI), Live Club.

Condividi.