Alice In Chains La madre di Layne Staley cita in giudizio la band

Brutta vicenda legale in arrivo per gli Alice In Chains, pronti a pubblicare nei prossimi giorni The Devil Put Dinosaurs Here, il secondo disco registrato dopo la reunion del 2006. In questi giorni, infatti, la madre di Layne Staley Nancy McCallum ha citato in giudizio i membri sopravvissuti del gruppo per motivi di gestione errata delle royalty. Secondo quanto riportato da un quotidiano di Seattle, ha chiesto la metà dei soldi dovuti a Staley (circa il 15% dei ricavi del gruppo), riferendosi ad un accordo siglato all’inizio del Terzo Millennio.

La disputa, che vedrebbe il gruppo pronto a “rispondere con la stessa moneta” ad un presunto tentativo della signora McCallum di registrare il marchio Alice In Chains, non avrebbe alcun fondamento secondo i legali della band di Jerry Cantrell: i guadagni postumi di Staley sarebbero stati valutati attorno ai 340 mila dollari, mentre gli eredi si sono visti liquidare nel corso degli anni diritti per una cifra di poco superiore ai 700 mila dollari.

Condividi.