Anche Marc Almond alla Fiera della Musica di Azzano Decimo (PN)

Si aggiunge una terza data
per l’edizione 2010 della Fiera della Musica

di Azzano Decimo

Marc Almond

giovedì 15 luglio

ore 21.15

Teatro Marcello Mascherini

via Divisione Julia,14

Azzano Decimo (Pordenone)

biglietto 20 euro + 3 prevendita

posti non numerati

inzio prevendite martedì 8 giugno

(Comune di Azzano Decimo, Box Office e TicketOne)

Ricordiamo il programma de LA FIERA DELLA MUSICA

IGGY & THE STOOGES

UNICA DATA IN ITALIA

special guest GANG OF FOUR

16 luglio

Area Palaverde, ore 21.15

Azzano Decimo (Pordenone)

Ingresso Euro 27,00 + prevendita

www.fieradellamusica.it

www.ticketone.it

WHITE LIES + BAUSTELLE

17 luglio

Area Palaverde, ore 21.15

Azzano Decimo (Pordenone)

ingresso euro 22.00 + prevendita

www.fieradellamusica.it

www.ticketone.it

IN ENTRAMBE LE GIORNATE

@ AREA PALAVERDE

ore 10-24 Mostra Mercato del disco usato e da collezione

MARC ALMOND – BIOGRAFIA

Marc Almond raggiunse la notorietà come componente del duo Soft Cell, seminale per quanto riguarda la musica Synthpop/New Wave. Il cantante dei Soft Cell, in duo con Dave Ball ha avuto un gran successo, è un’icona inglese, che ha influenzato molti gruppi e una generazione di musicisti – dai Pulp, The Pet Shop Boys e Suede, a Goldfrapp fino ad Antony Hegarty degli Antony & Johnsons Fame. I suoi lavori spaziano dall’elettronica e dalla musica dance fino alle tradizionali ballate al pianoforte, come si sente nel suo ultimo album Heart On Snow. Dichiara l’influenza musicale di David Bowie, uno dei suoi eroi giovanili, ma anche di band dei primi anni 1960, come i Northern Soul, e della disco music.

La carriera solista di Marc è stata ugualmente brillante; da Vermin in Ermine e The stars we are, che raggiunse il primo posto in classifica Something’s gotten hold of my heart, un duetto con Gene Pitney. Dall’album prodotto da Trevor Horn Tenement Symphony, che include un’altra cover di successo, The days of pearly Spencer, al suo tributo a Jacques Brel con l’album Jacques (Marc portò alla ribalta il cantante degli anni ’60 con Jacky). Da un doppio album di canzoni francesi a Heart on snow, un lavoro durato tre anni fatto per passione, registrato tra Mosca e San Pietroburgo, e sostenuto da una trasversalità di cantanti e musicisti russi.

Dai duetti con Siouxsie Sioux e l’ex cantante degli Sneaker Pimps, Kelly Dayton ad una versione per banda di Say Hello, Wave goodbye, per l’album Small World della Jools Holland Big Band. Dalla sua antologia lirico- poetica A beautiful twisted night ad un’edizione limitata di un audio – libro The end of New York. Dalla sua prima autobiografia del 1999 Tainted life alla sua seconda autobiografia del 2004 In search of the pleasure palace. Da non dimenticare la reunion dei Soft Cell nel 2001 e l’album Cruelty without beauty oppure la fiorente carriera come DJ, nel suo ruolo di padrino degli Electroclash.

Il 17 ottobre 2004 Almond rimase gravemente ferito in un incidente motociclistico a Londra. La sua carriera e la ripresa dell’attività artistica  sono state profondamente segnata segnate da questo evento. I suoi fans hanno accolto con una vera e propria ovazione il rientro sul palco.

Nel 2007 è uscito un suo album solista dal titolo “Stardom Road”, costituito interamente da cover scelte seguendo le varie vicende della sua vita, tra le cover scelte ci sono canzoni di David Bowie, Charles Aznavour, Frank Sinatra e molti altri artisti che hanno influenzato la musica di Marc Almond.

Condividi.