Biffy Clyro e People in Planes in concerto in Italia a dicembre

BIFFY CLYRO + PEOPLE IN PLANES
7 dicembre 2009 – Milano – MusicDrome
15 euro+d.p
Prevendite dal 30 settembre
su www.ticketone.it

Reduci dal successo dell’ultimo album Puzzle,  arrivano in Italia gli scozzesi Biffy Clyro accompagnati dai People In Planes
 per un’unica data italiana per presentare il nuovo lavoro Only Revolutions in uscita in Italia a inizio novembre per 14thFloorRecords/Warner.

I Biffy Clyro nascono nel 1996 in una scola di Kilmarnock, vicino a Glasgow, quando gli amici di lunga data Simon Neil (voce/chitarra) e i gemelli James (basso/voce) e Ben Johnston (batteria/voce) iniziano a suonare insieme. Uniti dalla passione per il rock sperimentale underground e le band post-hardcore come Braid e Karate, i Biffy riescono immediatamente a costruire un suono originale e innovativo, sorta di mix di chitarre imprevedibili, cori profondi e urli selvaggi, il tutto tessuto in uno particolare tela di suoni totalmente diversi da tutto ciò che in quel momento si sentiva in UK.
 I primi tre album della band Blackened Sky, The Vertigo Of Bliss e Infinity Land hanno fatto ottenere al trio una schiera di fan devoti in tutto il mondo, ma è stato con l’uscita di Puzzle, nel 2007, che Simon, James e Ben hanno raggiunto il successo ovunque e si sono trovati a suonare davanti a folle oceaniche al Wembley Stadium con i Muse e poi in giro con U2 e Rolling Stones sino ad esibirsi come headliner sul palco john Peel al festival di Glastonbury.
Il nuovo album, in uscita a novembre in Italia, si chiamerà Only Revolutions ed è destinato ad avere lo stesso successo, se non maggiore, del precedente. Questo nuovo lavoro, a differenza del precedente Puzzle, segnato da una tristezza e cupezza dovute a tragiche circostanze personali, esprime una gioia energica e una determinazione trascinanti.
Il titolo si ispira a un libro di Mark Danielewski, lo scrittore preferito di Simon. L’album è stato registrato a LA in estate con Garth Richardson (Rage Against The Machine, Red Hot Chili Peppers) lo stesso produttore di Puzzle. Fondamentale anche la collaborazione del plurivincitore di Grammy David Campbell, vincitore anche dell’Oscar per le musiche di Brokeback Mountain, che ha aggiunto i lussureggianti inserti orchestrali e infine Josh Homme che ha contribuito a Bubbles.
I Biffy provano ancora nella fattoria vicino al paese in cui sono cresciuti, e quando si ritrovano insieme è lecito aspettarsi l’inaspettato.
 Nessun album suona come il precedente, ogni creatura dei Biffy è portatrice di idee nuove e direzioni sconosciute, eppure sempre riconoscibile grazie ad uno stile inconfondibile.
 Per questo Only Revolutions, pur essendo inconfondibilmente un album dei Biffy è anche qualcosa di totalmente nuovo e inedito.

 

Condividi.