Briganti Emigranti: il nuovo spettacolo teatrale di Bennato in scena a Napoli

PALCO REALE  e  TARANTA POWER
Presentano

EUGENIO BENNATO
& Orchestra Popolare del Sud
in
BRIGANTI EMIGRANTI
con la partecipazione straordinaria di
Pietra Montecorvino

Un progetto di Nunzio Areni

Direzione Artistica di Eugenio Bennato
Direzione orchestrale di Erasmo Petringa
Scena e regia di Bruno Colella

Una produzione PALCOREALE per Palco e retropalco di Rai 3

Giovedì 23 dicembre 2010

Napoli, Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare
Ore 21

Ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria al numero 0812293515
Posti limitati

Manca poco all’inizio delle celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia e sono molti i modi per ricordarlo. Tra questi, il programma televisivo Palco e Retropalco di Rai 3 ha pensato di dedicare una puntata alla delicata questione del brigantaggio e alle vicende legate alla questione meridionale, riesplosa oggi nelle sue variegate interpretazioni, dove vinti, vincitori, eroi  o guerriglieri, liberatori  o conquistatori, oppressori o governanti  sono ancora al centro di discussioni e di chiarimenti storici da ogni parte politica. Per farlo ha chiamato un vero e proprio cultore della materia, Eugenio Bennato, già fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Musicanova e di Taranta Power, nonché accurato ricercatore della musica della tradizione del Sud e autore del recente saggio Brigante se more (Coniglio editore) che in questi giorni sta presentando con grande successo di pubblico e di critica, nelle maggiori città italiane.

Eugenio metterà in scena il 23 dicembre p.v. un vero e proprio spettacolo teatrale dal titolo Briganti Emigranti (che ha debuttato quest’anno al festival Dei Due Mondi di Spoleto con le scene e la regia di Bruno Colella) in cui, oltre alla sua storica formazione musicale, parteciperanno in via straordinaria anche Pietra Montecorvino  e l’Orchestra popolare del Sud. L’esibizione, che avrà luogo al Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, è prodotta per la TV da Palco Reale di Gianni Sergio e andrà successivamente in onda a marzo.

Lo stimolo per scrivere questo progetto gli è stato dato dalla storia di una ballata, quella scritta appunto da Bennato insieme a Carlo D’Angiò nel 1979 per lo sceneggiato RAI in 8 puntate L’eredità della Priora di Anton Giulio Majano e divenuta oramai un inno alla libertà per migliaia di giovani legati al mondo della musica popolare. Questo brano ha fatto conoscere a tutti la storia, quanto mai attuale, dell’emigrazione e del brigantaggio, raccontando la ribellione della gente meridionale all’invasione piemontese del 1860.
Da queste premesse emerge un percorso umano e creativo che si interfaccia sul palcoscenico con i suoni e i rituali del Sud di ieri e di oggi approfondendo la storia di alcuni tra i più combattivi briganti di fine Ottocento: Ninco Nanco, Carmine Crocco, Michelina De Cesare, che, vivendo le loro vite di battaglia e rapina, segnarono profondamente le divisioni e le lotte che sarebbero avvenute in quella che ancora conosciamo come Questione Meridionale.

L’operazione artistica, oltre al libro e allo spettacolo è costituita anche dalla realizzazione di un nuovo CD in uscita a primavera.

Condividi.