Brit Awards 2012 chi vincerà?

brit awards 2012 nomination

Parte ufficialmente il conto alla rovescia per i Brit Awards 2012: il meglio del music biz britannico infatti si incontrerà presso la o2 Arena di Londra martedì sera dalle ore 20 (ora locale, le 21 italiane) per premiare gli artisti che hanno trainato il mercato musicale UK del 2011. Una serata ricca di ospiti nazionali ed internazionali e di esibizioni di spicco: hanno già confermato la loro presenza infatti Adele, Bruno Mars, Noel Gallagher, Coldplay, Rihanna, Katy Perry e i Blur. Per gli ultimi arriverà anche il prestigioso “Outstanding Contribution to Music“, un vero e proprio premio alla carriera di una delle band più importanti del panorama british.

Visto che le nomination ve le abbiamo già presentate qualche settimana fa, ci buttiamo a capofitto, insieme a stampa e bookmaker britannici, per trovare chi succederà agli Arcade Fire nel ruolo di trionfatore dei Brit Awards. Mossa presuntuosa, sicuramente sbaglieremo qualcosa.. ma “è il music biz, bellezza!“.

British Male Solo Artist
Ed Sheeran
James Blake
James Morrison
Noel Gallagher’s High Flying Birds
Professor Green

In Italia deve ancora esplodere il ciclone Ed Sheeran, ma Oltremanica il rosso di Halifax ha già stupito tutti, vendendo quasi un milione di copie al debutto tra Regno Unito e Irlanda. Un ottimo traguardo, che ci fa pensare ad una sua marcia trionfale nella categoria. Qualche sorpresa può arrivare da Noel Gallagher e da James Blake, anche quest’ultimo un debuttante.

Adele 21 Vende Un Milione Di Copie Su iTunes

British Female Solo Artist
Adele
Florence & the Machine
Jessie J
Kate Bush
Laura Marling

L’unica vera sorpresa è l’esclusione di PJ Harvey dal lotto finale. Come per la categoria maschile appare scontata la vittoria di Adele: a parlare sono le vendite di “21” e i numerosi premi vinti. Noi comunque facciamo il tifo per Kate Bush, non si sa mai..

Anna Calvi Tour 2011 Sexto Nplugged

British Breakthrough Act
Anna Calvi
Ed Sheeran
Emeli Sandé
Jessie J
The Vaccines

Anche se la vittoria di Sheeran appare scontata, la lotta dal punto di vista della qualità è altissima: cinque nomi, cinque debutti di ottimo valore. Noi puntiamo, con un po’ di orgoglio patriottico, su Anna Calvi, ma siamo consapevoli che l’unica vera insidia di Sheeran è Jessie J: è sua infatti “Price Tag”, la canzone scritta con BOB che è stata tra i singoli più hot della scorsa estate.

Arctic Monkeys

British Group
Arctic Monkeys
Chase & Status
Coldplay
Elbow
Kasabian

Grande lotta, con almeno tre nomi che potenzialmente potrebbero lottare ad armi pari: Arctic Monkeys, Coldplay e Kasabian (in rigoroso ordine alfabetico) partono allo stesso livello. I Coldplay hanno dalla loro i favori del mercato (il milione di copie di “Mylo Xyloto” lo hanno superato easy), ma le band di Alex Turner e Sergio Pizzorno non si faranno sconfiggere con facilità. Potrebbe arrivare qualche segnale dagli Elbow, mentre i Chase & Status sono fuori del tutto: bravi, ma arrivati nell’anno sbagliato.

British Single
Adele – Someone Like You
Ed Sheeran – The A Team
Example – Changed The Way You Kissed Me
Jessie J ft Bob – Price Tag
JLS ft Dev – She Makes Me Wanna
Military Wives/Gareth Malone – Wherever You Are
Olly Murs ft Rizzle Kicks – Heart Skips A Beat
One Direction – What Makes You Beautiful
Pixie Lott – All About Tonight
The Wanted – Glad You Came

Anche qui strada spianata per Adele, che si aggiudicherà il suo secondo Brit con “Someone Like You”, oggettivamente una delle canzoni più belle dello scorso anno. Vittoria scontata, sulla quale sarebbe inutile sprecare righe. Ma ci sbilanciamo dicendo una cosa al volo: “Changed The Way You Kissed Me” e “Price Tag” sono due pezzoni a tutti gli effetti. E di Pixie Lott avremmo scelto “What Do You Take Me For?”.

Adele 2

British Album of the Year
Adele – 21
Coldplay – Mylo Xyloto
Ed Sheeran – +
Florence & The Machine – Ceremonials
PJ Harvey – Let England Shake

Il terzo award di Adele sarà il British Album Of The Year: anche qui c’è poco da discutere, vista la concorrenza piuttosto debole (anche se la mossa d’orgoglio della giuria per “Let England Shake” la speriamo fino all’ultimo). Anche qui a sorprendere due esclusioni eccellenti: i Kasabian con “Velociraptor” e gli Arctic Monkeys con “Suck It And See”.

Video Turn Me On David Guetta

International Male Solo Artist
Aloe Blacc
Bon Iver
Bruno Mars
David Guetta
Ryan Adams

Alla fine tutto gira attorno al trio Iver-Mars-Guetta. Noi puntiamo sul dj francese, che da almeno un lustro sta facendo saltare i dancefloor di tutto il mondo; in realtà il favorito è lo statunitense Bruno Mars. Di sicuro, finora, la categoria più interessante dal punto di vista della competizione.

Lady Gaga

International Female Solo Artist
Beyoncé
Bjork
Feist
Lady Gaga
Rihanna

Il cuore dice Bjork (come materiale surclassa tranquillamente le contendenti), il mercato una tra Beyoncé e Rihanna (è il loro anno, punto), la mente Gaga (chi meglio di lei rappresenta la musica popolare internazionale?). La monotonia di categorie britanniche virtualmente assegnate già in sede di nomination, non si rispecchia in quella internazionale: come per il International Male Solo, la vittoria non è così scontata.

Foo Fighters Dave Grohl Probot

International Group
Fleet Foxes
Foo Fighters
Jay Z/Kanye West
Lady Antebellum
Maroon 5

Lotta a due tra Foo Fighters (“Wasting Light” è tra gli album mainstream rock più belli del 2011) e la coppia Jay Z/Kanye West (per loro il miglior episodio rap/hip hop dello scorso anno), con esito incerto fino alla fine. Noi puntiamo il famoso cent sulla band di Grohl, più per ragioni affettive che altro.

International Breakthrough Act
Aloe Blacc
Bon Iver
Foster The People
Lana Del Rey
Nicki Minaj

Come han fatto notare diversi media britannici, la candidatura di Bon Iver è fuori luogo: il musicista è infatti già al suo secondo album. Di sicuro solo Lana Del Rey può personificare il concetto di “Breakthrough”: pochissimi nomi sono stati capaci di arrivare da zero a mito nel giro di una manciata di mesi.

Blur Nuovo Album Nel 2012

Outstanding Contribution to Music
Vincitori: Blur

Critics Choice
Emeli Sandé

British Producer
Paul Epworth
Flood
Ethan Johns

Paul Epworth è la mente che sta dietro ad Adele, Florence And The Machine e Azealia Banks, l’ultima pronta ad essere lanciata nel corso del 2012. Serve altro?

Nicola Lucchetta

 

Condividi.