Caetano Veloso torna in Italia: quattro date a luglio

CAETANO VELOSO, uno dei più popolari e autorevoli cantautori sudamericani, icona della musica brasiliana nel mondo, ritorna in Italia con il tour europeo “ZII E ZIE 2010” dopo la trionfale apertura a Sesto Fiorentino (FI) lo scorso 29 giugno.

L’inventore del Tropicalismo sarà in concerto a Roma sabato 17 luglio presso le Capannelle  per poi toccare le città di Parma, Udine ed Aosta.

Il rapporto di CAETANO VELOSO con l’Italia è molto profondo: nel 1990 ha ricevuto il Premio Tenco, nel 1997 viene invitato a partecipare all’omaggio a Federico Fellini e Giulietta Masina, nel 2000 partecipa all’evento “Pavarotti and Friends” e riceve l’Antonioni Award, premio creato dal regista per omaggiare le personalità che contribuiscono all’arricchimento delle arti. Nel 2004 ha scritto per Michelangelo Antonioni la colonna sonora del film Eros. Nel 2008, invece, si è esibito a Umbriajazz insieme al compositore e pianista Stefano Bollani.

Sul palco, insieme al re del Tropicalismo, la Banda Cê composta da: Pedro Sa (chitarra), Ricardo Diaz Gomes (basso) e Marcello Callado (batteria).

Queste le prossime date italiane (organizzate dalla società Concerti e Produzioni di Ettore Caretta) del tour europeo “ZII E ZIE 2010” di CAETANO VELOSO:

17 luglio           ROMA                                                                     Capannelle                             www.ticketcorner.com

19 luglio           PARMA                                                                   Parco Ducale                                     www.vivaticket.it

24 luglio          ALTOPIANO DEL MONTASIO (Udine)        No Borders Music Festival           Ingresso Gratuito

31 luglio           BARD (Aosta)                                                      Forte Di Bard                                     www.ticketone.it

Caetano Veloso nasce il 7 Agosto 1942 a Santo Amaro da Purificação. Nel 1960 si trasferisce a Salvador, dove conosce João Gilberto, inventore della Bossa Nova, e Glauber Rocha. Nel 1967 Caetano condivide con Gal Costa il suo primo LP, “Domingo”, stesso anno in cui esplode il Tropicalismo, movimento critico, represso dal regime militare, che unisce tradizione e avanguardia, rurale e urbano, cultura “alta” e popolare. Infatti Caetano e Gil vengono arrestati e nel 1969 vanno in esilio a Londra.

1972 torna definitivamente in Brasile. In questo periodo registra “Blue Araçá”, un disco segnato dallo sperimentalismo. È con successi come “Tigresa”o “Sampa”, dedicato alla città di São Paulo che Caetano diventa sempre più popolare.

Nel 1976 Caetano forma il gruppo Doces Bárbaros con Gil, Gal e Bethânia. Nel 1981 partecipa insieme a Gil all’album “Brazil” di João Gilberto.

Nel 1986 presenta il musical “Chico e Caetano” e dirige il suo primo film “O Cinema Falado”. Alla fine degli Ottanta il suo nome è ormai diventato sinonimo di eleganza; negli anni Novanta si afferma come uno degli artisti più influenti della cultura brasiliana e registra il disco “Tropicália 2” che include i successi “Haiti” e “Desde que o Samba è Samba”. Nell’album “Fina Estampa” Veloso riprende i classici latini e li interpreta da una prospettiva personale – una delle canzoni sarà utilizzata dal suo amico Pedro Almodovar per il film “Il Fiore Del Mio Segreto”.

Nel 1997 esce Verdade Tropical il suo primo libro, una riflessione sulle tre prime decadi della sua vita e carriera che lo consacra artista di fama mondiale.

Nel 1999, il suo CD “Prenda Minha” vende più di un milione di copie solo in Brasile.

Nel 2000 esce il suo album “Noites do Norte”, che riscuote grande successo di pubblico e critica.Nel 2004 pubblica il suo primo cd in inglese “A foreing sound”. Del 2006 è il suo albume “Cê” che vince due Latin Grammy Awards, uno come migliore compositore e l’altro come migliore canzone portoghese con “Não Me Arrependo”. Nel 2007 esce l’album dal vivo “Cê ao vivo”.

Per informazioni: www.concertieproduzioni.it

Condividi.