Carlo Fava al MiTo 2010

In scena il 13 settembre alla Mole Antonelliana per la prestigiosa rassegna MITO SettembreMusica Milano-Torino 2010, CARLO FAVA, grande interprete del teatro-canzone, sarà protagonista di un doppio live.

Alle 18.00 il pubblico potrà ascoltare i brani de “L’Uomo Flessibile” e alcuni tratti dall’ultimo disco ‘Neve’, inframezzati da nuovi monologhi, mentre alle 22.00 proporrà ‘Personaggi Criminali’, una rielaborazione in chiave rock degli scritti di Cesare Lombroso  già presentata in una sua tournée teatrale e altri pezzi di “Neve”.

“Il Mito settembre musica è sempre di più un luogo di approfondimento, di crescita, di scoperte e divertimenti. È un’idea geniale quella proporre in una stessa rassegna la musica colta d’avanguardia e, per esempio, la canzone d’autore. Si contribuisce in questo modo a costruire un’idea nuova e viva di Musica d’Arte. La musica invade due città infilandosi un po’ ovunque, fabbriche, scuole, chiese, musei.

È bello far parte quest’anno dell’esercito degli invasori”. Carlo Fava

Il concerto verrà registrato per la realizzazione di un disco live senza rete. Durante la performance CARLO FAVA regalerà anche tre brani inediti che, ovviamente, confluiranno nella speciale incisione: un disco pensato per catturare la magia e la delicatezza delle nuove composizioni dell’artista.

CARLO FAVA per ogni disco scrive un nuovo spettacolo teatrale che completa e arricchisce il progetto discografico, spiegando sino in fondo essenza e mistero delle canzoni: per questo la duplice esibizione al MITO  si dispiegherà attraverso due diverse formule di teatro canzone.

I brani di  “Neve”, (un punto d’incontro tra musica classica e canzone d’autore), saranno alternati a considerazioni sparse sullo stato delle cose, sul ripetersi della storia, sulla leggerezza della vita, necessaria per avvicinarsi ad un’idea di felicità; seguirà un estratto del precedente spettacolo di CARLO FAVA, ‘L’uomo Flessibile’: un racconto musicale che, in un montaggio alternato tra pubblico e privato, affronta temi che spaziano dalla satira al racconto intimo, dalla politica al puro divertimento, ironico e intelligente.

Lo show serale, invece, attraverso i ritratti di alcuni criminali vissuti nei primi anni del Novecento, permette, come scrisse Fernanda Pivano “a questo straordinario artista di rompere l’idea di normalità per immedesimarci in un’altra visione del mondo che è quella della follia”.

 

BIOGRAFIA

CARLO FAVA è nato nel 1965 a Milano. Suona il pianoforte dall’età di 10 anni e canta da sempre. Nel 1993 ha partecipato al Festival di Recanati e al Festival di Sanremo (Giovani) e nel 1994 è uscito il suo album d’esordio dal titolo ‘Ritmo vivente muscolare delle vita’ (Bmg). Nel 1999 ha pubblicato il secondo lavoro discografico, ‘Personaggi criminali’ (Epic/Sony Music), e, nel 2004, ‘L’uomo flessibile’ (Emi music), disco presentato con successo al club Tenco e che lo ha fatto conoscere al grande pubblico. Nel 2006 ha partecipato al Festival di Sanremo con Noa e i Solis String Quartet, vincendo il premio della critica con la canzone ‘Un discorso in generale’. A maggio 2009 è uscito il quarto disco, ‘Neve. Canzoni per voce, viola e pianoforte’ (Edel). Ha vinto il Premio Lunezia Canzone a Teatro 2009 per il valore musical – letterario dell’album e il Premio Giorgio Lo Cascio. Parallelamente all’attività di cantautore, ha scritto tre spettacoli teatrali, proseguendo e rielaborando la tradizione del teatro canzone. Ha scritto canzoni per Mina e Ornella Vanoni. E’ stato spalla musicale di Diego Abatantuono nella prima edizione di Colorado Cafè e suo era il brano Comici, sigla del programma. Dall’estate 2007 è in tournee insieme ad Antonio Cornacchione con gli spettacoli Satire liriche e Silvio c’è?, per i quali ha scritto testi e musiche delle canzoni. Coautore dei testi delle canzoni e degli spettacoli teatrali è Gianluca Martinelli, con il quale lavora da oltre vent’anni.

Sviluppando ed estendendo la trentennale e prestigiosa esperienza torinese, il Festival Torino Settembre Musica è diventato dal 2007 MITO SettembreMusica grazie al gemellaggio culturale tra Torino e Milano. Con un’offerta di grande musica a prezzi popolari, per tutto il mese di settembre gli appuntamenti del Festival invadono teatri, auditorium, chiese, cortili e piazze, trasformando Torino e Milano in un’immensa platea. Il Festival si pone infatti come avanguardia nei processi di integrazione tra le due città e come esempio di vitalità culturale. Il numero di iniziative proposte ogni anno nel mese di settembre ha, nelle ultime edizioni, superato il centinaio per ciascuna città, con una media di tre appuntamenti giornalieri tanto a Torino quanto a Milano.

Condividi.