David Guetta Roma 2013: polemica sul web

Se il concerto di David Guetta di Milano ha diviso i partecipanti tra entusiasti e delusi, l’evento di Roma che si è tenuto il 2 febbraio 2013 sta lasciando in queste ore una lunga scia polemica sul web. Ci è infatti giunta la segnalazione di una pagina Facebook che racconta di scene apocalittiche accadute presso il Palazzo dei Congressi, dovuti a un sovraffollamento eccessivo e a condizioni problematiche per la fruizione di un evento dal vivo verificatesi all’interno della location. Nell’attesa che arrivino eventuali delucidazioni e chiarimenti a riguardo da organizzatori e promoter, riportiamo qualche estratto direttamente dal social network in cui sta divampando la polemica.

L’amministratore della pagina (senza nome al momento) scrive quanto segue: “Ho creato questa pagina per riunire tutti coloro che, come me e i miei amici, si sono sentiti derubati e presi in giro dagli organizzatori del concerto di David Guetta del 02 febbraio 2013 a Roma. Siamo stati costretti a lasciare la giacca in macchina perché non avevano più spazio nel guardaroba per poi vedere in maglietta il concerto all’ingresso ma sullo schermo in condizioni climatiche ostili. Ho creato questa pagina per far sentire la nostra voce. L’obiettivo è raccogliere abbastanza adesioni per denunciare l’organizzazione e ottenere un risarcimento. CI SENTIAMO TRUFFATI!!!!

Da questo post in poi seguono differenti testimonianza di fans che hanno partecipato (o per lo meno hanno provato a farlo) all’attesissima serata, tra cui citiamo: “Ballare con i giubbotti era improponibile. Guardaroba indisponibili. Nessuna voglia di mediare da parte delle due agenzie di sicurezza. Morale della favola: siamo usciti all’1 senza aver ballato e non siamo più rientrati. 40 euro BUTTATI.“, e ancora “Gente che usciva dalla pista piangendo per il panico, gente ammassata come sardine in scatola in un posto dove anche gli addetti alla sicurezza stavano fumando, gente che ha pagato più di 40euro per non vedere e non sentire niente… A parte la delusione per il mancato evento, c.é la rabbia per il pericolo corso…


Condividi.