Davide Van De Sfroos alla 61° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Yanez”

DAVIDE VAN DE SFROOS sarà in gara alla 61° edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Artisti” con “YANEZ”, un brano scritto e cantato in dialetto tremezzino (o laghée) sul celebre corsaro portoghese YANEZ DE GOMERA che segue fedelmente il bornese Sandokan nel ciclo romanzesco dei Pirati della Malesia, nato dalla penna del famoso scrittore italiano di romanzi d’avventura Emilio Salgari.

«Cancellare i dialetti è come limare gli Appennini – spiega DAVIDE VAN DE SFROOS che porterà a Sanremo un brano in laghèe – perchè l’Italia rimane unita anche grazie all’identità dei dialetti. Mi preoccuperò il giorno in cui parleremo tutti un italiano commerciale misto all’inglese. “Yanez” è un omaggio a mio padre, che non c’è più. Lui è cresciuto leggendo i romanzi di Salgari. Quando, poi, è nata la versione tv ho subito pensato che lo Yanez di Leroy gli assomigliasse anche fisicamente. Mio padre ne era conquistato. Gli ultimi anni della sua vita li ha vissuti a Cesenatico trasformandosi lui, uomo di lago, in lupo di mare. Mi piace immaginarlo ancora sulla barca, come Yanez sul “praho”. Nel brano immagino lui, ma anche altri personaggi di quei racconti, attualizzati e trasferiti in riviera. »

DAVIDE BERNASCONI (in arte DAVIDE VAN DE SFROOS) nasce a Monza (Mi) l’11 Maggio 1965 e cresce a Mezzegra, nel “cuore” del lago di Como. Quasi tutte le sue canzoni fanno capo al lago, al suo spirito profondo, ai suoi lati sporchi e puliti, alle sue luci ad alle ombre, ruotando attraverso tutti i paesi rivieraschi, senza mai però perdere d’occhio la città. La maggior parte dei suoi testi è pensata, scritta e cantata in dialetto tremezzino (o laghée): una lingua più che un dialetto, resa ancor più realistica e forte da storie assolutamente poetiche.

DAVIDE VAN DE SFROOS torna a due anni dall’uscita del suo ultimo album “Pica!” uscito a febbraio 2008, che ha riscosso molti consensi sia in termine di pubblico che di critica. Ad una settimana dalla pubblicazione, “PICA!” conquista uno storico quarto posto nella classifica ufficiale Fimi/Nielsen degli album più venduti in Italia. Il 19 aprile DAVIDE VAN DE SFROOS è in concerto, per la prima volta, al Forum di Assago (Milano): il risultato è un clamoroso SOLD-OUT con 12.000 spettatori. E’ l’anteprima di un corposo tour estivo, che porta l’artista nei maggiori festival e piazze del Paese. A ottobre giunge per “Pica!” il prestigioso riconoscimento con la Targa Tenco 2008 come “miglior album in dialetto” . Nell’estate 2008 Davide è Direttore Artistico di “Lario éstival Musicabaret” una rassegna di spettacoli e intrattenimento che ha coinvolto la Provincia di Como e importanti artisti musicali.

A febbraio del 2009 parte il fortunato “PICA! Tour Teatrale” che tocca le principali città italiane (Milano, Genova, Firenze, Bologna, Torino, Verona, Como) e si conclude all’Auditorium Parco della Musica di Roma. A maggio inizia il tour estivo “40 Pass Tour 09” che tocca i palchi di numerose piazze e festival d’Italia. A novembre Regione Lombardia – Assessorato alle Culture e Autonomie della Lombardia – affida a Davide il ruolo direttore artistico di “Id&m – Identità & Musica” il primo festival dedicato alla musica dei territori che ha luogo il 7 e 8 novembre 2009 nella suggestiva cornice del Teatro degli Arcimboldi di Milano. Il festival è teatro di uno storico duetto: Francesco De Gregori invita DAVIDE VAN DE SFROOS sul palco a cantare “Generale” intrecciata con “Sciuur Capitan” del cantautore laghèe. Il 13 novembre parte dalla Valtellina, con un doppio sold-out, il “Davide Van de Sfroos show”, nuovo tour teatrale del cantautore. Uno spettacolo a tutto tondo, in cui accanto alla musica dal vivo e ai personaggi delle canzoni sono protagonisti le parole, le visioni ospiti e le invenzioni di un artista fuori dagli schemi.

www.davidevandesfroos.com

Condividi.