Domani i Quartiere Coffee all’Università degli Studi di Grosseto

Domani, mercoledì 24 novembre la reggae-band toscana QUARTIERE COFFEE alle ore 10.00 incontra gli studenti dell’Università degli Studi di Grosseto (Sala delle Colonne, via Ginori, 43) all’interno dell’iniziativa “Svegliati maremma” per il rilancio della provincia grossetana. Il gruppo maremmano è stato preso come esempio positivo per tutti i giovani della zona, che, grazie all’impegno e alla dedizione, stanno realizzando il proprio sogno.

Il QUARTIERE COFFEE continua il tour e fa tappa a Siena il 27 novembre al Sonar Club (Colle Val D’Elsa, Siena, ore 23.30, 10 euro con consumazione), e il 4 dicembre a Milano al Circolo Arci Magnolia (Via Circonvalazione Idroscalo, 41 Segrate, ore 23.30, ingresso con tessera Arci).

La band di Grosseto durante i live presenta il disco “Vibra Town” (One Step Records/Venus), uscito quest’anno, che esprime attraverso dieci brani il mood dei beat e dei ritmi d’oltreoceano tra new roots, dancehall, bashment e incursioni quasi acustiche su cui si innestano liriche in inglese, patwa ed italiano.

L’album è stato lavorato tra Grosseto, Firenze e lo Sterling Sound studio di New York ed è arricchito dalle featuring di Elephant Man (The Energy God), di Lion D, giovane promessa del reggae italiano, e dalla dolce voce di Sister E, vocalist dei Michelangelo Buonarroti.

Il disco, in vendita nei negozi di dischi tradizionali e digitali, è anticipato dai singoli “1st Round” e “Sweet Aroma”, quest’ultimo attualmente in rotazione radiofonica.

La band grossetana è formata da: Tommaso Bai “KG MAN” (voce), Filippo Fratangeli “ROOTMAN” (dubmaster), Matteo Maggio “MR. MAGGIO” (batteria), Gianluca Aquilino “REAL GIALLU” (chitarra), Marco Vagheggini “VAGHE” (tastiere), Matteo Varricchio “BIGGA” (basso).

Il QUARTIERE COFFEE pubblica nel 2008 il primo album d’esordio “In-a” per One Step Records, con la partecipazione di nomi di spicco del reggae italiano e internazionale, come Elephant Man, Sister-E (voce dei Michelangelo Buonarroti), Peter Spence (UK), Rootsman I, e R-Lab.  Il tour promozionale di “In-a” tra il 2008 e il 2009 arriverà a contare più di sessanta live show (tra cui Rock and doc 2008, Festambiente 2009, Metarock 2009).

Nel 2009 pubblicano il singolo “Suffer”, (con release digitale) da cui sono nate le versioni italiane ed estere di “Suffer” e “Many Herbs”, realizzati in collaborazione con CIRETNEK PRODUZIONI (Ciro “Princevibe” Pisanelli e Federico “K9” Cioni). Sono hit che regalano agli ascoltatori delle “Mad Tunes” cantate sul “Suffer Riddim”, tipico del reggae d’oltreoceano, e che fa respirare l’atmosfera più propriamente dance hall.

E’ con il nuovo album in uscita “Vibra Town”, però, che la band di Grosseto inizia ad avere un sound propriamente detto “International”, avvicinandosi sempre di più al mood d’oltreoceano. All’interno dell’album, masterizzato allo Sterling Sound studio di New York, ci sono nomi di spicco come ElephantMan, ma ancora più importanti sono  le “Big Tunes” al suo interno, che fanno intendere come il progetto e lo stile della band si sia evoluto, con liriche che spaziano dal Patwa Caraibico all’italiano e all’inglese.

Il Quartiere Coffee continua ad essere un ponte tra il reggae/dancehall italiano e quello internazionale verso ogni nazione, paese, città.

http://www.myspace.com/quartierecoffeehttp://www.quartierecoffee.it

Condividi.