Domenica 12 e lunedì 13 settembre a Napoli la prima edizione di “Immaginari mediterranei”

AREA LIVE

Presenta

La prima edizione di

IMMAGINARI MEDITERRANEI

Nello splendido giardino di “Villa Pignatelli”

a Napoli

domenica 12 settembre

lunedì 13 settembre

 

Un viaggio immaginario, tra suoni tradizionali e paesaggi del Mediterraneo, dal vasto modo linguistico portoghese di Teresa Salgueiro (la voce di Madredeus) e delle trame d’archi dei Solis String Quartet

ai pezzi classici di Satie come il celebre “Caruso” di Lucio Dalla o l’immancabile “Oblivion” di Astor Piazzolla, eseguiti dal maestro italo-francese Richard Galliano.

 

IL PROGRAMMA

domenica 12 09 2010
Teresa Salghero & Solis String Quartet in “Canti Naviganti”
ore 21.30
 
lunedi 13 09 2010 
Richard Galliano in “Solo Paris Concert”
ore 21.30

DOVE

Villa Pignatelli – Riviera di Chiaia, 200 – Napoli
Info: 081-7436271 / info@arealive.it

INFORMAZIONI E COSTI

Costo euro 15,00 posti a sedere non numerati (capienza massima 400 persone).
Prevendite abituali / www.go2.it – 081 8038382

Info www.comune.napoli.it

organizzazione e produzione

www.arealive.it

081 7436271

Introduzione al festival

L’obiettivo del festival è quello di coinvolgere in un unico e suggestivo momento due tra i più significativi esponenti della musica jazz e di natura “popolare” ovvero Richard Galliano e Tereza Salgueiro (cantante dei MADREDEUS, presenti nel film di Wim Wenders Lisbon Story) accompagnata dai Solis String Quartet. La Rassegna avrà luogo dal 12 al 13 settembre 2010 nel suggestivo ed elegante Parco Inglese del Museo Diego Aragona Pignatelli Cortés, luogo estremamente duttile e cornice ideale per una rassegna di tale portata. Già al tempo in cui era dimora dei principi Pignatelli, la Villa ospitava concerti di grandi musicisti, presenti a Napoli in occasioni pubbliche al Teatro San Carlo.

 

Teresa Salgueiro & Solis String Quartet

Canti Naviganti, è il titolo del nuovo progetto nato dall’incontro tra Tereza Salgueiro e il Solis String Quartet. “Canti Naviganti” è l’incontro tra la musica popolare portoghese e quella napoletana, due culture importanti e profonde, raccontate attraverso l’incanto portato dai canti popolari e dalle melodie immortali delle due terre. Tereza Salgueiro (cantante dei MADREDEUS, presenti nel film di Wim Wenders Lisbon Story) e il Solis String Quartet, attraverso uno studio attento e rigoroso, offrono una prospettiva e una lettura assolutamente gustosa e di “rispetto” dei capolavori classici della canzone napoletana e portoghese, toccando autori straordinari quali: E.A. Mario di Canzone Appassiunata, David Mourão- Ferreira con Barco Negro, immortale fado composto da autori brasiliani e portato al successo da Amalia Rodriguez, l’irresistibile estro di Renato Carosone, autentico precursore di una world music ante litteram che qui viene proposto con il

classico Maruzzella, ed ancora Por este Rio acima, brano degli anni novanta ma dalla assoluta cifra classica, inoltre brani inediti nati dalla collaborazione tra gli artisti. “Canti Naviganti”, vuole essere un omaggio per riaffermare ancora una volta il ruolo e l’importanza che la canzone e le culture popolari, hanno nel mondo.

Tereza Salgueiro – voce

Luigi De Maio – Violino

Gerardo Morrone – Viola

Vincenzo Di Donna – Violino

Antonio Di Francia – Cello e chitarra

Rui Lobato – percussioni

 

Richard Galliano

Richard Galliano, virtuoso della fisarmonica, sostenitore convinto del posto d’onore del suo strumento nel panorama della musica jazz, arriva in Italia per due date da solista. In questa rara occasione riproporrà buona parte del suo recente disco Paris Concert, uscito l’anno scorso per CAM Jazz. Paris Concert nasce come registrazione dal vivo presso il Théâtre de Châtelet, tempio parigino della musica a pochi

passi dalla Senna. In quel luogo magico, il Maestro era salito sul palco da solo, con la sua fida fisarmonica: una doppia responsabilità commisurata alla doppia gioia di suonare di fronte alla “sua” gente.

Nel corso delle due date previste per il 20 luglio a Camogli, nell’ambito del Liguria Jazz Summer Festival, e il 21 luglio a Chivasso, per l’Estival, Richard Galliano replicherà quelle avvolgenti atmosfere: un festoso labirinto di suoni dal jazz, al tango, alla chanson francese, mescolati ad una malinconia di fondo che sembra emergere palpabile dalla fisarmonica stessa.

Durante lo spettacolo, Richard Galliano ci trascina in un viaggio attraverso le sue composizioni, quelle che lo hanno portato ad esibirsi sui palchi di tutto il mondo, senza dimenticare quelle di Astor Piazzolla, amato e celebrato nel suo modo unico, sempre ben riconoscibile seppur come punto di partenza, non di arrivo, o di Thelonious Monk, un artista a cui Galliano è particolarmente legato. Non manca un omaggio all’Italia, terra di origine di Galliano: tra i brani che speriamo di poter riascoltare dal vivo c’è la immortale

“Caruso”. Le soluzioni ricercate dal Maestro sono sempre nuove ed imprevedibili, attente alle profondità e alla forma pur rimanendo al servizio della melodia e del ritmo. Pochi artisti riescono a combinare capacità tecniche e conoscenza della musica del ‘900 con una sensibilità fuori dal comune: Richard Galliano è uno di quelli.

 

La rassegna rientra nella programmazione Estate a Napoli 2010 realizzata grazie al contributo del Comune di Napoli – Assessorato al Turismo-Grandi Eventi, della Regione Campania – Assessorato al Turismo e ai Beni Culturali e con il co-finanziamento dell’Unione Europea POR Campania FESR 2007-2013 Obiettivo Operativo 1.9-1.12

Condividi.