Dropkick Murphys raccolgono 100000 dollari per le vittime di Boston

Si è rivelata un clamoroso successo la raccolta fondi organizzata dai Dropkick Murphys a favore delle vittime della recente strage di Boston. La band, nata e cresciuta nella capitale del Massachusetts, ha venduto tramite il sito ufficiale delle magliette ad un costo compreso tra i 25 e i 27 dollari, nella quale è presente lo skyline della città con la scritta “For Boston” e, sul retro, un messaggio di ringraziamento, nel quale viene specificato che tutto il ricavato verrà devoluto a favore delle vittime della recente strage avvenuta al traguardo della Maratona di Boston.

La vendita delle tshirt per beneficenza, disponibile per il mercato nordamericano ed europeo, è solo l’iniziativa di punta di una serie di eventi organizzati dalla scena musicale locale. Il più importante vede più di cento band, raccolte dal blog Allston Pudding, riunite per la creazione di un mixtape, venduto al costo di un dollaro e i cui proventi serviranno a finanziare l’organizzazione The One Fund Boston.

L’attentato al traguardo della Maratona di Boston, uno degli eventi ai quali la popolazione statunitense è più legata, è avvenuto lo scorso lunedì; le due esplosioni hanno causato la morte di tre persone e il ferimento di quasi duecento persone tra atleti e spettatori. La caccia all’uomo degli attentatori, due fratelli di origine cecena, è terminata lo scorso 19 aprile, con l’uccisione di Tamerlan Tsarnaev e il ferimento del fratello Dzhokhar, attualmente ricoverato in un ospedale cittadino e sotto stretta osservazione da parte della polizia locale.

Condividi.