E’ “Music Therapy” – feat Roy Pacy – il secondo singolo di Videomind tratto dall’album “Afterparty”

VIDEOMIND
(TAYONE – CLEMENTINO – PAURA)

“AFTERPARTY” IL PRIMO DISCO IN TUTTI I NEGOZI

Ecco il video ufficiale di “Music Therapy” con l’inconfondibile tromba di Roy Paci: http://www.youtube.com/watch?v=p3Hyma2nwms

 

Una prima, fondamentale premessa: Videomind non è solamente un progetto musicale bensì un lavoro in continuo mutamento ed evoluzione, “giocato” a 360° tra arte visiva e componenti di ultima generazione, come la grafica 3D, godibile da occhi e orecchie dell’ascoltatore: questo è il vero punto di partenza artistico per comprendere l’idea sottesa a questo multiforme prodotto.

Videomind sono: Clementino, campione indiscusso di rap battles, il suo stile ironico è unico nel panorama italiano, è un vero eroe nostrano del freestyle. Tayone, il talento del djing italiano e internazionale: dal 1997 ha prodotto e collaborato con tantissimi artisti, da Roy Paci a Neffa, passando per molti musicisti hip hop di casa nostra. Infine Paura, un titano dell’innovativa scuola hip hop partenopea, elemento di spicco del progetto 13 Bastardi, è un grafico di fama nazionale e il suo know how è fondamentale per il progetto Videomind.

Videomind è ambizioso e in linea con le nuove tendenze artistiche del terzo millennio: una miscela di disco dance, elettronica e hip hop. Un nuovo modo di intendere i ritmi propri della black music ma in una versione più smart, post adolescenziale e assolutamente 2.0.

Fin dal titolo del disco, ”Afterparty”, si può percepire la tensione artistica del progetto: “il party come inizio e fine del discorso, così come i pionieri dell’old school hip hop avevano sancito fin dalle origini di questa cultura. I 3 videomind hanno lavorato sodo, dalle radici alla nuova scuola, prendendo la tradizione black e declinandola in una dimensione funk e clubbing”.

Il disco vanta diverse collaborazioni, oltre a Roy Paci anche Federico Poggipollini, Patrick e Alessio Manna (Casino Royale), Davide Beatino, Daniele Franzese e tanti altri.

Dalla titletrack futuristica “Come the robots”, si passa attraverso i due singoli (e il refrein: “Se ti va il cervello in tilt? Music Therapy!”), per arrivare a pezzi più concettuali come “L’immenso”, compiendo anche un tuffo nel passato, con “Peter Pan”, e nei ricordi degli anni ’80. C’è dentro poi il presente, contraddittorio e asettico, descritto in “Megastore”, in “Smile Enterprise” e nella splendida “Telemind”. Nel disco si parla inoltre della nuova forma di divulgazione musicale, in “Youtube”: “Sogno e traguardo, a portata di mano, per ogni musicista emergente…”. Infine, l’ultima traccia “Radio pulp”, un omaggio generazionale alla cinematografia pulp.

Il disco dei Videomind “Afterparty” è distribuito Audioglobe per l’etichetta Relief Records. Informazioni su www.videomind.it

Condividi.