Eugenio Finardi al Live For Iran, concerto gratuito a Milano il 12 ottobre

LIVE FOR IRAN
Concerto live gratuito

Milano
12 ottobre 2009 – ore 20.30
Teatro Derby – via Mascagni, 8

Fabio Mercuri
Viento Sur
Primovento
Dasvidania

con: EUGENIO FINARDI

12 ottobre 2009: a quattro mesi dalle discusse  elezioni in Iran del 12 giugno, da cui sono scaturite le proteste di milioni di giovani per le strade Teheran che chiedevano solo democrazia e trasparenza, mentre ancora nelle notti iraniane risuonano sui tetti i canti di preghiera e di rivolta e la repressione miete ogni giorno nuove vittime nelle strade e nelle prigioni, la musica è di scena a Milano, per non far scendere il silenzio.

LIVE FOR IRAN è un concerto gratuito organizzato spontaneamente da persone che si sono incontrate grazie alla rete di relazioni nata sui social network e poi consolidatasi durante le diverse manifestazioni di solidarietà organizzate in questi mesi a Milano, fra un palloncino verde, una candela, un simbolo, una parola di conforto o di speranza.

Persone comuni, donne e uomini italiani, iraniani e di varia nazionalità, studenti, lavoratori, giornalisti, professionisti della comunicazione e artisti, che si sono uniti per ideare e organizzare l’evento, rinunciando al loro cachet e lavorando in modo totalmente gratuito, per onorare una causa che, pur legata ad un popolo, ha scosso in tutto il mondo le coscienze, messe davanti al tragico e osceno spettacolo della ferocia che nega i più elementari diritti civili e uccide, anche quando la protesta è portata avanti in modo totalmente pacifico, come nel caso dell’onda verde dell’Iran.
Non vogliamo che scenda il silenzio.

LIVE FOR IRAN è un evento totalmente apolitico ed apartitico.

Con la conduzione di Claudio Vigolo, DJ di Radio LifeGate, si alternano sul palco un cantautore e tre gruppi dalle sonorità diverse –  Fabio Mercuri, Viento Sur, Primovento e Dasvidania – con un unico denominatore comune: l’impegno di vivere la musica come voce di un desiderio insopprimibile di libertà.
Salirà quindi sul palco, per una performance musicale di eccezione, Eugenio Finardi, il grande autore italiano che da sempre, attraverso i suoi testi e le sue note, ci indica come la musica possa essere testimone e strumento di questo legittimo desiderio.

L’iniziativa vede la partecipazione del Consiglio comunale di Milano, con il suo Presidente Manfredi Palmeri e il Presidente della Commissione Pari Opportunità Ines Patrizia Quartieri.
“Milano è vicina al popolo iraniano – ha spiegato il Presidente Palmeri – con un messaggio di solidarietà e di speranza per un futuro di libertà e democrazia: attraverso la cultura vogliamo testimoniare ancora una volta che non esistono confini per il sostegno ai diritti umani nel mondo”.
Dallo scorso luglio il Consiglio comunale di Milano è stato coinvolto direttamente in altri sette eventi per l’Iran: ‘l’Albero della libertà’ donato al Presidente Palmeri dall’Associazione degli Studenti iraniani di Milano e dall’Unione Giovani ebrei d’Italia (2 luglio), la maratona oratoria in piazza della Scala (2 luglio), l’accensione di dieci candele verdi davanti a Palazzo Marino nel 10° anniversario della grande manifestazione di piazza a Teheran in cui oltre venti ragazzi persero la vita (9 luglio), la fiaccolata pubblica in piazza della Scala (13 luglio), l’approvazione in Consiglio comunale della mozione per intitolare una via agli studenti iraniani (23 luglio), l’esposizione sulla facciata di Palazzo Marino di uno striscione verde di 9 metri quadri con la scritta ‘Non lasciamole sole, non lasciamoli soli’ (31 luglio), la consegna dello striscione all’Associazione degli studenti iraniani di Milano (7 settembre).

LIVE FOR IRAN sarà anche l’occasione di presentare e festeggiare la costituzione dell’Associazione degli Studenti Iraniani di Milano che avviene in questi giorni, a coronamento di un percorso che, dopo le prime manifestazioni spontanee, ha portato giovani dispersi e impotenti di fronte agli orrori in atto nel loro Paese, a creare una rete di relazioni sempre più estesa, vero piccolo nucleo di società civile iraniana all’estero, importante possibile ponte tra Iran e Occidente.
Per raccontare questo percorso, ma anche per documentare ciò che avviene in Iran nella dura realtà così come nel loro sogno possibile, gli studenti iraniani allestiranno all’ingresso del Teatro una mostra fotografica e di opere grafiche da loro realizzate, corredata da installazioni multimediali.

Il 12 ottobre a LIVE FOR IRAN il teatro Derby si colorerà di verde, il pubblico, se lo vorrà, potrà aggiungere altri segni verdi.

L’INGRESSO E’ GRATUITO, FINO A ESAURIMENTO POSTI

 

Condividi.