Festival di Sanremo 2013 ospiti e duetti

Si è svolta oggi la conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2013. Delusione per gli ospiti, pochissime informazioni sui duetti, svelate le canzoni che faranno parte della serata dedicata a Sanremo Story. Questo in sintesi il riassunto di una giornata che ha visto lo streaming anche via internet dell’appuntamento e che ha raccolto in una Liguria assolata il gotha (!) della stampa italiana.

Ospiti Musicali: Carla Bruni, Daniel Barenboim, Daniel Harding, Asaf Avidan, Antony Hegarty, Caetano Veloso, Andrea Bocelli, Lutz Forster, Toto Cutugno, I Ricchi e Poveri, Al Bano.

Grande varietà fra gli ospiti musicali. Fino a un certo punto però. Sicuramente i nomi degli artisti che verranno ospitati sul palco dell’Ariston sono piuttosto eterogenei. Si va dal nazionalpopolare totale con Al Bano, Toto Cutugno e I Ricchi e Poveri, al pop operistico con Andrea Bocelli, al radical chic di Carla Bruni passando per il rock (declinato in varie forme, tutte piuttosto soft) di Asaf Avidan e Antony Hegarty (Antony And The Johnsons), il tropicalismo di Caetano Veloso e persino la danza con il ballerino Lutz Forster. Spiccano inoltre due importanti nomi della musica classica: quelli di Daniel Barenboim (fra i più grandi direttori d’orchestra viventi, Maestro Scaligero nonché eccellente pianista) e di Daniel Harding, direttore anch’egli, un tempo enfant prodige della bacchetta, il quale tuttavia non ha espresso tutte le potenzialità che pareva possedere alcuni anni fa. Sembrerebbero due artisti fuori contesto, eppure la ragione per la quale sono stati convinti a venire è la celebrazione del bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, e allora pare che il senso lo si possa trovare. Postilla: ovviamente non è stato chiamato nessun ospite in grado di sprigionare un minimo di watt in più; sai mai che qualcuno della platea rimanga traumatizzato da un accenno di distorsione…

Ospiti Non Musicali: Roberto Baggio, Beppe Fiorello, Neri Marcorè, Claudio Bisio.

Siamo in tempi di crisi e quindi niente super ospiti stranieri. Si punta sul classico, con la presenza di Roberto Baggio, uno dei più grandi calciatori italiani (del mondo) della storia, la comicità di Neri Marcorè e Claudio Bisio, oltre all’attore Beppe Fiorello impegnato a promuovere la fiction su Domenico Modugno che andrà in onda sulla Rai poco dopo il festival e della quale è il protagonista.

Presenter (annunceranno le canzoni che supereranno il turno per ogni cantante): Marco Alemanno, Flavia Pennetta, Stefano Tempesti, Benedetta e Cristina Parodi, Ilaria D’Amico, Vincenzo Montella, Valeria Bilello, Carlo Cracco, Max Biagi e Eleonora Pedron, Roberto Giacobbo, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Ilaria Salvatori, Jessica Rossi, Filippa Lagerbach, Martina Stella.

Qui c’è davvero di tutto, da nomi divenuti famosi sul piccolo schermo a sportivi di varia natura, da ex calciatori (Montella) a tenniste (Flavia Pennetta) passando per campionesse olimpiche (Jessica Rossi). Il nome che però balza agli occhi più di tutti è quello di Marco Alemanno, l’ex compagno di Lucio Dalla, che proprio l’anno scorso partecipò al suo ultimo Sanremo…

Duetti già annunciati:
Annalisa con Emma Marrone
Marta sui Tubi con Antonella Ruggiero
Simona Molinari e Peter Cincotti con Franco Cerri.

Fra i tre duetti già annunciati, di sicuro il più interessante – almeno in prospettiva – è quello dei Marta sui Tubi con Antonella Ruggiero. Staremo a sentire…

Sanremo Story, elenco canzoni scelte dai cantanti:
Almamegretta – Il ragazzo della via Gluck
Annalisa – Per Elisa
Chiara – Almeno tu nell’universo
Daniele Silvestri – Piazza grande
Elio e le storie tese – Un bacio piccolissimo
Malika Ayane – Cosa hai messo nel caffé
Marco Mengoni – Ciao amore ciao
Maria Nazionale – Perdere l’amore
Marta sui Tubi – Nessuno
Max Gazzè – Ma che freddo fa
Modà – Io che non vivo
Raphael Gualazzi – Luce (tramonti a nord est)
Simona Molinari con Peter Cincotti – Tua
Simone Cristicchi – Canzone per te

Indubbiamente si tratta di pezzi che hanno realmente fatto la storia della kermesse ligure. Giusto anche l’omaggio a Dalla con “Piazza grande“. Eppure con un nome altisonante quale “Sanremo Story” ci si sarebbe aspettati di trovare “Nel blu dipinto di blu“, forse il brano più indicato per essere eletto a canzone – simbolo del Festival (quando quest’ultimo ancora sapeva mutare il gusto musicale di un’intera nazione), e invece è stata esclusa dalla scelta. Forse perché nessuno degli artisti se l’è sentita d’interpretarla…

Giuria di qualità: Eleonora Abbagnato, Stefano Bartezzaghi, Cecilia Chailly, Claudio Coccoluto, Serena Dandini, Paolo Giordano, Nicoletta Mantovani, Rita Marcotulli, Nicola Piovani, Carlo Verdone.

La cosiddetta “giuria di qualità” è da sempre uno degli elementi più contestati e contestabili della manifestazione canora. Eppure quella di quest’anno non pare così sprovveduta, potendo contare su genuini appassionati di musica come Carlo Verdone e musicisti di valore quali Nicola Piovani e Cecilia Chailly (sorella del direttore d’orchestra Riccardo). Staremo a vedere…

Condividi.