Francesco Baccini nel 2010 festeggia vent’anni di carriera

Riceviamo e pubblichiamo.

FRANCESCO BACCINI festeggerà nel 2010 vent’anni di carriera artistica. Per questa occasione vedranno la luce un libro biografico (a cura di Andrea Podestà e Marzio Angiolani) e un docufilm che sarà presentato al prossimo Genova Film Festival (iniziativa di una coppia di registi genovesi, Cristiano Palozzi e Antonella Sica).

Attualmente FRANCESCO BACCINI è in studio di registrazione per incidere un brano inedito, nel suo miglior stile (quello, mai dimenticato, di “Le donne di Modena”), dal titolo “CI DEVI FARE UN GOL” che racconta le contraddizioni del Bel Paese attraverso un’ironica metafora calcistica. L’inedito farà parte di un “Best Of” in uscita a febbraio per la Sugar. Nella tracklist anche “Ho voglia di innamorarmi”, canzone che farà parte delle musiche del lungometraggio “Dalla Vita In Poi”, con Cristiana Capotondi per la regia di  Francesco Lazzotti (nelle sale in primavera).

Nel 2010 FRANCESCO BACCINI firmerà, inoltre, la colonna sonora del prossimo film del regista romano Fausto Brizzi suggellando così la sua ventennale carriera artistica.

In questi ultimi anni il cantautore genovese si è inoltre cimentato nel lavoro dell’attore con due ruoli da protagonista, nel film “Zoè” (opera prima del regista Giuseppe Varlotta, in uscita il prossimo anno) e nel cortometraggio “Nerofuori” (di Davide Bini e Emanuela Mascherini).

FRANCESCO BACCINI nasce a Genova. Intorno ai vent’anni scopre la musica leggera ed il rock e inizia a esibirsi nei locali della sua città. Nel 1988, con lo pseudonimo di “Espressione Musica”, pubblica il singolo di debutto “Mamma, dammi i soldi” ma il primo LP arriva l’anno dopo, si tratta di “CARTOONS” che gli consentirà di vincere il “Premio Tenco” come artista dal miglior album di esordio.
Nel 1990 pubblica il disco “IL PIANOFORTE NON E’ IL MIO FORTE” nel quale è inserito il brano “Genoa Blues” cantato in coppia con Fabrizio De Andrè. Sempre nel ’90, insieme a I Ladri Di Biciclette, vince il Festivalbar con il singolo “Sotto questo sole”. Due anni dopo, nel 1992, la voglia di opporsi al clima di consenso forzato tipico dell’era pre-tangentopoli lo spinge a realizzare “NOMI E COGNOMI”. Nel 1993, pubblica “NUDO” e tre anni dopo “BACCINI A COLORI”, un ritorno alla satira pungente. Nel 1997 partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Senza Tu” tratto dall’album “BACCINI AND ‘BEST’ FRIENDS” in cui duetta con numerosi artisti.
Nel maggio del 1999 il cantautore inaugura il secondo decennio di attività con “NOSTRA SIGNORA DEGLI AUTOGRILL”, dedicato ai due amici  Fabrizio De Andrè e Tim Ambler. Nel 2001 pubblica l’album “FORZA FRANCESCO” e nel 2003 esce il doppio cd live “LA NOTTE NON DORMO MAI”.
Nel 2005, dopo l’esperienza del reality televisivo Music Farm, esce “STASERA TEATRO” disco in cui spicca il singolo “In fuga” scritto in memoria del campione del ciclismo Marco Pantani.
Il 2006 è l’anno del disco “FRA..GI..LE” e della partecipazione in veste di ospite al Festival di Sanremo in cui affianca Povia nella sua esibizione “speciale” della canzone “Vorrei avere il becco” che poi vincerà quell’edizione.
Con “DALLA PARTE DI CAINO”, uscito nel 2007, ottiene in pochi mesi la menzione speciale per il valor musical-letterario al Premio Lunezia.
Nel 2008, da una nuova collaborazione con Povia, nasce il progetto Uniti, singolo e videoclip contenuti in un mini cd, e il disco “UNITI DUEMILACINQUEDUEMILAOTTO”, album inedito realizzato in coppia con Povia.  

Condividi.