Francesco Zanet Flightcase progetto fotografico inedito

Flightcase – the box of music production di Francesco Zanet è un progetto fotografico che nasce parallelamente alla fotografia musicale live e si sviluppa nei backstage dei più grossi eventi musicali italiani tra cui Heineken Jammin festival e le serate della Tempesta. Il concept di Flightcase è quello di svincolarsi dalla classica rappresentazione dei live come semplice galleria di ritratti ai musicisti: l’evento musicale è una storia fatta di vite umane, emozioni e attimi nascosti che assieme creano un risultato finale. Non si tratta di semplici foto di backstage incentrate esclusivamente sulla vita dei musicisti. Il progetto, nel complesso fino ad ora inedito mette in luce la vita dietro le quinte, la produzione musicale, la macchina organizzativa e la forza umana che concretamente costruisce i grandi eventi live. Riggers, security, stampa, fotografi e in più le strutture, gli umori, la gente, il pubblico. Per la prima volta i protagonisti diventano quelle figure che spesso sono considerate la cornice dell’evento ma che in realtà ne fanno parte come il live stesso in egual importanza.

Zanet commenta: “Amo il mondo del dietro le quinte, ho imparato a conoscerlo e ad immergermi nei suoi silenzi prima e dopo il caotico live. E’ un formicaio che non si ferma, che non si mette in posa, è reale quanto la vita di ogni giorno ma surreale come qualche sogno, è la condizione ideale per fotografare attimi comuni ma inusuali. Tutto è sullo stesso piano: il grande musicista, l’organizzatore, il produttore, lo spazzino sono mescolati ma viaggiano tutti alla stessa velocità e hanno un obiettivo comune, lo show. È solitamente una situazione fotografica esclusiva. Questo permette di entrare in contatto con realtà uniche. È un mondo infinito dalle mille sfaccettature che passa sempre in secondo piano rispetto lo show ma è forse il più complesso e rischioso, alla luce anche degli ultimi eventi di cronaca che hanno visto Francesco Pinna  e Matteo Armellini protagonisti di identica, tragica sventura”.
Il Progetto vince in una selezione di 12 immagini la categoria “storie” al FIOF AWARD 2012 – Orvieto fotografia.

Condividi.