Giorgio Gaber tributo all’artista in uscita a novembre

Giorgio Gaber tributo all'artista in uscita a novembre

Uscirà il prossimo novembreIo ci sono“, l’album tributo a Giorgio Gaber. Il disco darà il via ufficiale alla serie di manifestazioni per il decennale della scomparsa dell’artista. “Io ci sono” è tratto dall’album “Io come persona” e sottolinea, evidenziando con forza, sia l’eccezionale adesione degli artisti che hanno voluto interpretarlo ed essere nel cd, sia quanto Gaber sia nel cuore di tutti. Il disco, un triplo cd, raccoglie le migliori interpretazioni che i più grandi nomi della musica italiana hanno dedicato a Giorgio Gaber nel corso di questi dieci anni. I cinquanta artisti interpretano ognuno un brano diverso, ripercorrendo la carriera gaberiana che racconta, divertendo ed emozionando, la storia d’Italia dal secondo dopoguerra. Un caso unico e irripetibile. Grazie a questo disco, l’opera di Giorgio Gaber potrà arrivare ad un pubblico molto ampio e diversificato. Per il pubblico più giovane, in particolare, sarà l’occasione per conoscere, magari per la prima volta, lo straordinario repertorio del Signor G, attraverso le interpretazioni dei loro beniamini, imprescindibile riferimento per milioni di fan.


YouTube

Oltre alla versione standard sarà disponibile una versione Deluxe di “Io ci sono”, in tiratura limitata e numerata, che conterrà: triplo cd con due preziosi brani aggiuntivi, libro con foto e testi delle canzoni interpretate, alcune rare fotografie realizzate per l’occasione in formato speciale due dvd, realizzati con materiali inediti dalla Fondazione a cura di Andrea Pedrinelli: “Secondo me Gaber“, con estratti delle interviste rilasciate alla Fondazione dagli artisti presenti nell’album, e “Inediti e rarità“, con immagini inedite di Giorgio Gaber e del suo teatro. Due documenti eccezionali per i moltissimi che hanno amato la sua straordinaria lezione di ironia, di rigore e di onestà intellettuale. L’album è prodotto dalla Fondazione Gaber e distribuito da Artist First. A novembre sarà in rete anche il nuovo sito della Fondazione all’indirizzo www.giorgiogaber.it con una speciale sezione dedicata ad un magazine online.

Condividi.