Githead, tre date a marzo in Italia

Riceviamo e pubblichiamo.

Grinding Halt Concerti presenta: Githead(uk/be) (members of Wire, Minimal Compact and Scanner)+Sleeping States(uk)

Giovedì 11 Marzo 2010
Torino – Spazio211
via Cigna, 211 – Torino
info: www.spazio211.com

Venerdì 12 Marzo 2010
Roma – Init
via della Stazione Tuscolana, 100 – Roma
info: www.initroma.com

Sabato 13 Marzo 2010
San Vito di Leguzzano (VI) – Centro Stabile di Cultura
Via Leogra, strada statale 46 – km 21 – San Vito di Leguzzano (VICENZA)
info: www.centrostabile.it

More info:
www.grindinghalt.it
www.myspace.com/grindinghaltconcerti

Githead, ovvero il supergruppo composto da Colin Newman degli Wire, Malka Spiegel e Max Franken dei Minimal Compact e Robin “Scanner” Rimbaud, saranno in Italia a Marzo:
11 Marzo a Torino, 12 Marzo a Roma e 13 Marzo a San Vito di Leguzzano (VI).

Special guest del tour italiano dei Githead sarà Sleeping States, giovane promessa del folk inglese.

Con ‘Landing’ (2009) i Githead giungono alla loro quarta pubblicazione (tre album e un Ep), un ruolino di marcia impressionante se si pensa che il gruppo è nato appena 5 anni fa come side project di star della scena art punk, wave ed elettronica inglese e belga.
I Githead sono del resto il prodotto di tre autentiche teste pensanti, personaggi che con le rispettive attività soliste – od in gruppo – hanno rivoluzionato le fondamenta della wave inglese, dell’elettronica e del rock che incontra la musica etnica.
I Githead sono Colin Newman degli art punk Wire, i belgi Malka Spigel e Max Franken della seminale wave band Minimal Compact e Robin Rimbaud, conosciuto nell’ambiente elettronico indie con il monicker di Scanner. I Githead con ‘Landing’ hanno trovato la cosiddetta quadratura del cerchio, il loro album più accessibile, pop, ma pur sempre interessato a quell’intreccio stilistico tra rock ed elettronica.

I quattro Githead hanno iniziato a suonare insieme nel 2004, pubblicando il loro primo Ep ‘HeadGit’ nello stesso anno. A seguire nel 2005 esce il loro album di debutto, ‘Profile’, e nel 2007 ‘Art Pop’, album manifesto di quello che i quattro hanno creato durante le proprie carriere.

Ci sono una serie di distinti elementi in campo: il senso melodico di Newman e Rimbaud – oltre al loro approccio chitarristico di impronta minimale – la sezione ritmica tonante di Spigel e Franken, e quelle preziose tessiture che allargano in maniera organica le maglie dei brani creando un effetto ipnotico.

Sofisticati eppure in grado di liberare un originale furore pop, i Githead sono il prototipo di come il post-punk sia capace di rinnovarsi anche ai giorni nostri.

Condividi.