HJF 2010: annullato il concerto dei Green Day, si entra gratis il 5 e il 6, oppure rimborso al 50%

green day heineken jammin festival 2010

A causa di un nubifragio che ha colpito l’area del Parco San Giuliano alle ore 20, il concerto dei Green Day, la band statunitense headliner della seconda giornata della kermesse musicale, è stato annullato.

Anche se per alcuni momenti lo spettro dell’edizione 2007, annullata al secondo giorno per una violenta ondata di maltempo, è aleggiata tra il pubblico, non ci sono stati danni strutturali agli impianti, fatto che ha costretto gli organizzatori a cancellare la sola performance di Billie Joe Armstrong e soci. Vista l’impossibilità di recuperare nei prossimi giorni la data dei Green Day, Live Nation ha comunicato che, chi fosse in possesso del biglietto della data di oggi, è autorizzato ad entrare gratuitamente nella giornata di domani.

L’ufficio stampa comunica:

A seguito della doverosa cancellazione del concerto dei Green day, Live Nation insieme ad Heineken hanno da subito previsto la possibilita’ di poter assistere ai concerti previsti nella giornata di oggi con Headliner i Black Eyed Peas.
Da oggi, i possessori del biglietto della giornata del 3 luglio, in alternativa al cambio di biglietto con quello per l’accesso ai concerti di oggi,  sempre recandosi alla cassa, potranno anche accedere ai concerti in calendario per l’ultima giornata del Festival di domani con Headliner i Pearl Jam.
Questo gesto a significare il desiderio di Live Nation e Heineken di consolidare quell’antico patto con gli spettatori che da dodici anni hanno trasformato l’Heineken Jammin Festival in questa straordinaria festa, fatta di musica, di sport e di tanto e tanto divertimento.
Infine sempre in considerazione di questo rapporto Roberto De Luca presidente del Consiglio d’Amministrazione di Live Nation, ha affermato: “Le nostre priorità sono da sempre la sicurezza e la fiducia del pubblico. Per offrire spettacoli di questa caratura e’ importante essere un team affiatato come siamo da sempre con i dirigenti di Heineken.”.

“Siamo una squadra da dodici anni- ha affermato Gianluca Di Tondo Direttore Marketing di Heineken Italia-  Una squadra di Persone con la P maiuscola; se sentissimo di disattendere il rapporto di fiducia con i ragazzi che da sempre affollano queste giornate di festa,  sentiremmo di non meritare la loro fiducia. Durante la pioggia di ieri sera abbiamo agito tutti compatti, come una vera squadra e abbiamo garantito che tutta l’area e tutte le persone si muovessero nel massimo della sicurezza. Più’ che fare questo evento lo viviamo con il cuore e con la pancia e la cosa che più’ ci sta a cuore e’ il rapporto con gli spettatori.”
Proprio per questo comune sentimento, Roberto De Luca, nonostante il meccanismo del Festival non prevedesse in alcun modo una forma di rimborso, per tutti coloro che per varie ragioni non volessero partecipare alle serate di oggi e domani con ospiti gruppi del calibro dei Black Eyed Peas e di Pearl Jam, insieme ad Heineken a voluto venire ulteriormente incontro agli spettatori.
“Da lunedì 12 al 31 luglio,ha concluso Roberto De Luca, tutti coloro che si presenteranno presso le rivendite nelle quali hanno acquistato il biglietto, potranno ottenere
un rimborso parziale, non dovuto, per la giornata di ieri. La nostra priorità è consolidare il rapporto di Heineken e Live nation con la musica e pensiamo che un rimborso di 25 Euro per la mancata apparizione dei Green Day, che seppur il più importante è uno solo dei sei gruppi previsti in cartellone ieri, testimoni tangibilmente che questa è davvero la nostra priorità”.

Condividi.