Heineken Jammin Festival 2012 band e programma

Heineken Jammin Festival 2012 annunciata giuria contest

E’ stato presentato oggi l’Heineken Jammin Festival 2012. Band e programma dell’Heineken Jammin’ Festival 2012 erano bene o male già noti ma l’istituzionalità è stata servita oggi alla presenza del Sindaco di Milano Pisapia e di quello di Rho Romano. Il festival si svolgerà dal 5 al 7 luglio presso l’Arena Concerti di Milano Rho Fiera e vedrà come headliner Red Hot Chili Peppers, The Prodigy e The Cure.

Giovedì 5 luglio 2012
Red Hot Chili Peppers
Noel Gallagher’s High Flying Birds
Pitbull
Enter Shikari
+ guest
Venerdì 6 luglio 2012
The Prodigy
Chase And Status
Evanescence
Lostprophets
Seether
Late night show : Gorillaz Sound System
Sabato 7 luglio 2012
The Cure
New Order
Crystal Castles
The Parlotones
Il Cile
Late night show : Audrey Napoleon

Heineken Jammin’ Festival non è solo musica: come dalla migliore tradizione del Festival, infatti, non solo concerti imperdibili con i live di alcuni tra i principali artisti internazionali, ma anche un’esperienza irripetibile grazie alle molte attività che verranno organizzate all’interno dell’area. Anche quest’anno saranno disponibili una serie di attrazioni per far immergere il
pubblico a 360° nel mondo Heineken all’insegna del divertimento, dello sport e del relax. A partire dal manto di erba sintetica: 9.000 mq di verde che Heineken stenderà all’interno dell’arena, da calpestare e su cui scatenarsi durante i concerti. Una delle assolute novità di quest’anno sono i nuovi contenuti digitali: gli spettatori avranno infatti la possibilità di diventare protagonisti di un insolito e personalissimo videoclip musicale all’interno del Music Equilizer Area. Grande attenzione all’interattività quest’anno anche grazie allo spazio Your Heineken – Take Your Space, dove sarà possibile esprimere la propria creatività personalizzando, secondo il proprio stile, una bottiglia di Heineken e, attraverso la piattaforma Your Heineken, condividere con gli amici, fuori e dentro il Festival, le proprie emozioni ed esperienze direttamente sul profilo Facebook e su un maxi schermo dedicato all’interno del’area. Non mancherà un villaggio sportivo con 5 campi da basket e 2 da volley, dove sarà possibile confrontarsi con i propri amici. Per rilassarsi nelle ore più calde, invece, a disposizione di tutti un’ampia area lounge: una zona relax allestita con comodi cuscini dove riposarsi tra un concerto e l’altro. Per rinfrescarsi e refrigerarsi non potevano mancare dei veri e propri nebulizzatori giganti. Per chi volesse rinnovare il proprio look in maniera ironica e rock torna anche quest’anno la Custom Area con professionisti del body e nails painting e del make up “artistico”. Ovviamente non mancherà l’Heineken Store dove poter acquistare abbigliamento e merchandising firmato Heineken Jammin’ Festival. Tra le zone più originali, quella dell’Extra Cold Truck, un ambiente il cui il termometro segnerà -8° in cui degustare una Heineken spillata a zero gradi per una piacevole pausa rinfrescante.

SALUTO SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA – Milano è fiera di ospitare per la prima volta l’Heineken Jammin’ Festival. L’Heineken Jammin’ Festival è il più grande evento di musica Rock in Italia e uno dei più importanti a livello europeo e mondiale. Sarà un appuntamento di divertimento e di arte imperdibile. Tre bellissimi giorni dedicati ai giovani e ai meno giovani, perché il rock è un patrimonio che fa parte ormai della nostra cultura e appartiene a tutte le generazioni. Sarà un’occasione che ci regalerà emozioni, gioia, allegria e amicizia. Un evento rivolto a tutti, che porta in Italia artisti di fama internazionale  come i Red Hot Chili Pepper o i Cure ma che si apre anche a centinaia di giovani che vogliono avere un’occasione di mostrare quello che sanno fare. Aver scelto Milano non è casuale. La nostra città vanta una tradizione unica che la rende una vera e propria capitale internazionale della musica, dal rock alla lirica. Milano, non dimentichiamolo è il centro dell’industria musicale e discografica del nostro Paese: un primato oggi indiscusso che ha origini lontane, basti pensare alla Casa Ricordi, fondata a Milano addirittura nel 1808, o alla Voce del Padrone nata agli inizi del secolo scorso come emanazione della Gramophone britannica. Proprio a Milano è nata nel 1882 la Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE). Milano è la città dove si trova la Scala, un monumento assoluto di eccellenza a livello mondiale e il prestigio di istituzioni come il Conservatorio Verdi. Ma non solo, la nostra città proprio in virtù di questa vocazione è la tappa obbligata, spesso l’unica in Italia, dei tour delle più importanti star internazionali: nei prossimi giorni, ad esempio, ospiteremo i concerti di Bruce Springsteen e di Madonna. La Milano capitale della musica mantiene questi livelli di eccellenza grazie all’impegno, alla passione e all’incessante lavoro delle Istituzioni pubbliche e private, delle Imprese, di migliaia di addetti al settore e di appassionati che rendono il mondo della musica nella nostra città vivo, innovativo e dinamico. C’è poi la grande occasione di Expo: mi auguro che tra le eredità dell’Esposizione Universale ci possa essere uno Stadio della musica, dedicato ai grandi eventi; un luogo attrezzato e ben servito dai mezzi pubblici dove si potranno ospitare concerti e manifestazioni fino a tarda ora. Un’area con servizi e infrastrutture sempre più integrati e con potenzialità enormi in grado di competere e confrontarsi alla pari con le grandi capitali europee.R ingrazio tutti gli organizzatori e i promotori di questo evento: Live Nation, Heineken Italia, Fiera Milano e il Comune di Rho su cui sorge Fiera Milano Live. Heineken Jammin’ Festival si svolge infatti fuori dai confini del Comune di Milano, ma dobbiamo cominciare a pensare all’area metropolitana milanese come ad un unico grande  sistema urbano. Mi auguro che questa collaborazione duri a lungo perché Milano vuole continuare a essere una città della musica, una città per i giovani.

 

Condividi.