Il 15 febbraio Abba Mania a Milano

Riceviamo e pubblichiamo.

Quelle melodie orecchiabili del periodo più brillante, gli intramontabili super hit come “Mamma Mia”, “Dancing Queen” o “Money, money, money…” riprendono oggi il loro meritato posto sui palcoscenici di tutto il mondo. ABBA MANIA, il migliore concerto ABBA dai tempi degli ABBA, è fedele al leggendario gruppo musicale svedese fin nei suoi minimi dettagli. Carley Broom e Mark Thomas iniziarono nel 1998 a realizzare la loro idea dello “ultimate tribute concert”, un omaggio agli ABBA.

“È una musica che piace a tutti e, dal punto di vista musicale, è un enorme sfida” sottolinea Isobel che aveva avviato un’infinita ricerca allo scopo di ricostruire ogni minimo dettaglio degli ABBA in modo più autentico possibile.

Per rispetto nei confronti degli ABBA e della loro eccezionale opera, lo spettacolo non vuole essere un grandioso revival solo dal punto di vista musicale. Anche il palcoscenico e le luci devono essere riprodotte perfettamente e soprattutto i costumi coloratissimi intendono abbagliare tutti in questo “tribute concert”. Innumerevoli video, foto album, copertine di dischi sono stati di grande aiuto per mettere in piede ABBA MANIA. Nello studio di registrazione si è lavorato per settimane sul sound degli ABBA, si sono filtrate fuori le parti vocali, si sono studiati i passaggi cantati.
Phil Hawkes – che poi sul palcoscenico impersona Benny – ha scritto gli arrangiamenti originali. Con Katy Summer si è trovata la Anni-Frid ideale, la Frida del quartetto.
La prima di ABBA MANIA si era tenuta nella primavera 2000 davanti al pubblico locale al Grand Theatre a Swansea (Galles Meridionale). Le acclamazioni ricevute onorarono i preparativi pluriennali e una piccola tournée nel Galles confermò il successo.

Il prossimo passo nel Westend londinese era solamente una questione di tempo. Per quasi cinque mesi nel 2002 ABBA MANIA aveva entusiasmato nello “Strand Theatre” il pubblico della capitale inglese. “ABBA MANIA are one of the best tribute bands on the circuit”, intitolava il “Daily Mirror” una recensione del concerto. Il prossimo logico passo era perciò il salto oltre la Manica. Gli spettacoli ripetuti a Monaco di Baviera per due settimane confermarono la magia degli hit mondiali degli ABBA e gli arrangiamenti accurati dell’ABBA MANIA. Il quotidiano tedesco “Süddeutsche Zeitung” commentò: “… più originale dell’originale!” e il giornale di Monaco TZ scrisse: “… uno show delle emozioni!”

Condividi.