Il 28 settembre esce il nuovo album di Nerolidio

Il 28 settembre esce “MUTAMENTI” (Egea Music), il nuovo disco del cantautore comasco NEROLIDIO, all’anagrafe Riccardo Busana, un lavoro autoprodotto ricco di suggestioni e immagini che spazia dal pop al funk, con un’attenzione particolare alla cura dei testi e degli arrangiamenti.
Giovedì 8 ottobre NEROLIDIO presenterà  l’album “MUTAMENTI” sul prestigioso palco del  BLUE NOTE di Milano, dove proporrà tutti i brani contenuti nel disco e alcuni pezzi tratti dalla sua prima produzione discografica “RIFLESSI”.

«”MUTAMENTI” – racconta  NEROLIDIO – è un album che contiene nove esperienze di vita, nove oggetti musicali in cui possiamo rispecchiarci e riconoscerci. Tratta temi importanti ma senza retorica e senza la presunzione di dare risposte: la musica è la vera protagonista, in ogni suo genere».

“MUTAMENTI” contiene nove tracce, questi i titoli: “Mutamenti”, “Sciuri Sciuri”, “Isola felice”, “Non credevo capitasse”, “La grande pentola”, “Le cose semplici part II”, “Biciclette & miracoli”, “Tesa sul deserto”, “Vento”.

NEROLIDIO, all’anagrafe Riccardo Busana, è nato a Como il 27 agosto 1967.
Cresce nell’operosa e industriale Lombardia del boom economico, avvicinandosi ben presto alla musica: a 9 anni inizia a studiare chitarra classica al Conservatorio e nonostante la giovane età si innamora subito dei grandi autori e compositori di musica classica come Rossini, Puccini e Verdi.
Con il passare degli anni, la sua passione per la musica lo porta alla scoperta di altri generi musicali: del rock, in particolare quello britannico (Deep Purple e Black Sabbath), del jazz (George Benson e Miles Davis) e del cantautorato italiano (Lucio Dalla, Claudio Baglioni e Zucchero).

Nonostante il diploma di geometra, decide di intraprendere la carriera nella musica. Nei primi anni 80 si diploma al CPM di Franco Mussida, che considera un grande maestro, suona come chitarrista turnista in vari locali del Nord Italia e inizia una serie di collaborazioni importanti: scrive testi e arrangiamenti per grandi artisti, tra cui Davide Van De Sfroos con il quale ha collaborato al brano “Sugamara” contenuto nell’album “E seem partii” del 2001. Nel 1995 è tra gli autori della sigla del programma televisivo “La Sai L’Ultima?”.

Nel 1991 fonda a Como una scuola di musica, dove insegna chitarra e si dedica nel frattempo compone nuovi brani di stampo cantautorale. Oggi la Scuola Nerolidio si è trasformata in una struttura musicale polivalente che comprende una scuola civica, uno studio di registrazione, sei sale prove, un negozio di strumenti e uno spazio per le esibizioni live.

Nel 2001 NEROLIDIO pubblica il suo primo album dal titolo “RIFLESSI”,  un disco autoprodotto che nonostante spazi dal rap, al blues al folk, è considerato del genere cantautorato pop. “RIFLESSI” testimonia il principio che anima NEROLIDIO secondo il quale “tutta la musica di qualità è fonte d’ispirazione”.

 

Condividi.