Indie Tune: il nuovo disco di Alessia D’Andrea parla alla luna

indie-tune-nuovo-album-alessia-dandrea

Metamorfosi e nuove facce, paure e fragilità, uno schermo contro il mondo circostante piuttosto che il coraggio della difesa a tutti i costi, non per odio ma per ben altri motivi, forse più nobili. E dopo tutto questo anche l’amore trova una veste divertente che fa battere il piede in un tempo funky che non ci dispiace affatto.
Il nuovo disco di Alessia D’Andrea si intitola “Luna d’inverno” e racconta tutto questo, e lo fa con la morbida delicatezza che la sua voce restituisce in un contenitore pop di qualità e gusto, arrangiato secondo una scuola tutta italiana che ormai difficilmente riesce a tradire le aspettative.

Con “Luna d’inverno” si apre un capitolo tutto italiano per la cantautrice calabrese nonostante il lavoro sia stato prodotto anche in Svezia, Germania e Usa dalla label Renilin, tratti esterofili che d’altronde non ci stupiscono sfogliando la sua biografia professionale. Infatti diverse sono le produzioni, anche remixate da dj di livello nazionale come Molella, che trovano la pubblicazione estera in paesi come UK, Australia, Spagna, Polonia, Norvegia, Sud Africa, Romania, Canada, Nuova Zelanda, Russia, Messico, Singapore, Repubblica Ceca, Israele.

Da settembre in radio il nuovo singolo estratto dal titolo “La musica non gira più” scritta, come dice la stessa D’Andrea, in un momento passato, quando riusciva appena a percepire il declino di una società e di una sensibilizzazione soprattutto verso la cultura musicale. A distanza di anni, il brano trova la pubblicazione e probabilmente scopre anche un duro riscontro sociale, un’attualità in crisi in cui di certo è la musica e la cultura una delle vittime principali. E guardando il video rigorosamente dal vivo che accompagna il brano, di certo non ci viene per niente facile capire come la musica, soprattutto la nuova musica italiana, non riesca proprio a girare.

 

Marco Pinti

Condividi.