Indie Tune: il sapore antico di oggi nel nuovo disco dei The Gift

indie-tune-nuovo-disco-the-gift

Arma letale al digitale terrestre. Anche se di digitale si tratta. I The Gift nascono però quando i nastri erano l’unica vera risorsa, quando per fare editing ci voleva un camice e buoni guanti per non sporcarsi con sostante pericolose. Ci voleva mestiere e grande passione. Ci voleva l’arte del fare musica.
Nascevano ragazzi musicisti nei primi anni ’80, l’America si avvicinava sempre di più e da lei molti hanno rubato. Grandi palchi, tournée, le prime incisioni, vinili e cassette ovviamente. Poi il grande silenzio rotto solo nel 2011 con una rinascita nel disco “Rebirth”. Tracce del passato, rese digitali per il pubblico. Un ritorno che ha solo smosso fame e voglia di scrivere.

Eccolo il nuovo disco di inediti firmato The Gift, con la formazione di sempre che vede Pino Petraccia alla batteria, Belfino De Leonardis al basso, Danilo Burchielli alla chitarra e Ugo Sala alla voce. Si intitola “Time is over” e non si presenta benissimo nella cover e nella confezione, anzi si presenta malissimo. Colpa della crisi? Ci piace dire così. Ma dopo aver superato questo step ci si consola con l’ascolto di qualcosa che ai nostalgici farà godere e ai novellini risulterà quasi originale.
Sano rock anni ’80 la cui scrittura non ci lascia affatto pentire di certi ricordi, le digitalizzazioni che si fanno oggi in studio, un prodotto curato e pregiato nei suoni la cui firma è quella di Domenico Pulsinelli, e poi tanta contaminazione a tratti etnica e a tratti elegante a dispetto della ruggine che non deve assolutamente mancare. L’incontro con Geoff Warren ai fiati e poi Stefano Taglietti alle tastiere rendono il tutto eterogeneo, europeo e assolutamente attuale.

“Time is over” restituisce al passato una restaurata che forse ci voleva, che forse ora stanno facendo in molti, che forse si rende necessaria per avvicinare anche le nuove generazioni ad un grande passato che ha fatto la storia che oggi tutti cavalchiamo.

 

Marco Pinti

Condividi.