Intervista a Ligabue, Luciano presenta Mondovisione, in uscita il 26/11/2013

ligabue-mondovisione-2013

A tre anni da “Arrivederci Mostro”, intervista a Luciano Ligabue che con “Mondovisione” (in uscita il 26/11/2013) ritorna ad un rock più concreto senza arzigogoli. Ecco il resoconto dell’affollatissima conferenza stampa che il Liga ha tenuto ieri a Milano. “Siamo andati per tentativi e abbiamo capito che era possibile con Luciano Luisi, che tra l’altro fa parte del gruppo che mi segue on stage, provare a riprodurre la sintonia che abbiamo sul palco anche su disco. Volevo fare un album nel quale fossi molto presente in ogni fase, e così è stato. Ma, soprattutto, avevo bisogno di riprodurre il suono del mio gruppo attuale. Quando hai a che fare con tanta tecnologia corri il rischio di strafare, quindi noi abbiamo cercato di controllare  al meglio questo aspetto, cercando di essere il più diretti possibile. Questo è sicuramente il disco che ha il processo di produzione più lungo che abbia mai fatto.”

In Mondovisione, dall’artwork molto provocatorio (ripreso da Carosello con, all’interno, un mondo accartocciato) la fa da padrona la critica per l’attuale condizione economica, sociale e giudiziaria in Italia: “Il caso Cancellieri è roba di pochi giorni fa, ma è assolutamente vero che chi doveva prendersi le sue responsabilità non ha pagato. Sono sempre stato accusato di essere quello che voleva trasmettere positività e speranza a tutti i costi, per questo motivo non ho mai fatto una canzone che si riferisse ad un fatto di cronaca. E’ pericoloso comporre brani di cronaca perché, una volta che lo finisci, è già passato. Ne siete testimoni voi giornalisti che dovete cambiare l’home page ogni mezz’ora del vostro sito. Ho l’impressione che non stiamo vivendo ad una velocità giusta. Tuttavia, la situazione in cui viviamo è così grave che non ho potuto non esprimermi.”

Il primo singolo “Il Sale della Terra“, come dice Ligabue stesso “non è nemmeno la rappresentazione dell’Italia, bensì il ritratto dei personaggi che si fanno rovinare dal potere. Una famosa frase dice “Il potere logora chi non ce l’ha”. Non sono assolutamente d’accordo, questa frase è incompleta. Il potere logora, punto. Anche coloro che ce l’hanno, perché sono devastati dal timore di perderlo.

>> Ligabue negli stadi, le date

Tuttavia, c’è posto anche per altre tematiche in Mondovisione: da “La Terra Trema, amore mio”, che si riferisce chiaramente al terremoto che c’è stato in Emilia (“ma volendo“, prosegue il cantante di Correggio, “si può riferire ad un terremoto interno. Ho voluto far afferrare qualcosa al protagonista della canzone per trasmettere un messaggio di positività“), agli intermezzi come “Capo Spartivento” e “il Suono, il Brutto e il Cattivo”. “Capo Spartivento è stata fatta essenzialmente come passaggio dal do minore, tonalità in cui si conclude il Sale della Terra, e Tu Sei Lei, eseguita in do maggiore. Il Suono, il Brutto e il Cattivo è un gioco, volevo rendere omaggio a un grande della musica quale è Ennio Morricone“.

Nella tracklist troviamo l’ultimo episodio del trittico del Rock N Roll “Con la scusa del Rock’n’roll”. “Per me, questa trilogia è speciale, perché è merito di “Sogni di Rock n Roll” se ho cominciato ad essere così diretto. Prima di questa canzone, tendevo a fare testi cantautoriali pretenziosi e brutti, dopodiché ho capito che era più importante scrivere canzoni meno pretenziose ma più sincere“.

Alla domanda se l’Italia è un paese rock, risponde “è vero che l’Italia non è un paese rock, bensì una realtà in cui alcuni musicisti ricorrono al rock per esprimere ciò che pensano. Oggi, il posto dei cantautori è stato preso dai rapper. Non è un mondo che seguo moltissimo ma è senza dubbio uno scenario interessante perché i rapper mettono la parola al primo posto“.

Non poteva mancare la digressione sulla politica (Il Pd ha deluso molte persone, non voterò alle primarie“) e sulla sua Inter: “Sono contento di ciò che sta facendo Mazzarri, soprattutto perché non c’è più l’obbligo di vincere. Sono grato a Moratti, ha dato tutto ciò che si poteva volere“. Mondovisione sarà disponibile nei negozi a partire dal 26 novembre, anticipato dal secondo singolo “Tu sei Lei” che sarà possibile ascoltare sulle frequenze nazionali a partire dal 25.


Condividi.