Jonsi in Italia per due date estive

Brillante, gioioso e privo di paura: ecco Jón Thor Birgisson, il cantante dei Sigur Rós, che, dietro lo pseudonimo di Jónsi presenta ‘Go’ atteso album che si annuncia come un masterpiece del 2010.

Dopo l’entusiasmante data del 9 giugno a Milano, Jonsi torna in Italia per due date estive. Due nuove occasioni per vederne l’incredibile genialità, in uno show carico di preziose emozioni.

In apertura i Jennifer Gentle che, in uno show semi acustico, presenteranno qualche pezzo del nuovo disco di prossima uscita.

 

Mercoledì 21 LUGLIO 2010

Roma – Cavea Auditorium

Opening Act: Jennifer Gentle

Aperture porte Ore: 19.30
Parterre numerato: 35 € / Parterre laterale numerato: 30 € 

Tribuna centrale numerata: 35 € / Tribuna mediana numerata: 30 €

Tribuna laterale numerata: 25 €

Informazioni su come acquistare i biglietti per la data di Roma:

Listicket 892 982  www.listicket.it

 

Giovedì 22 LUGLIO 2010

Ferrara – Piazza Castello

Opening Act: Jennifer Gentle
Aperture porte Ore: 19.30

Prezzo del biglietto: € 25,00 + diritti di prevendita

 

Informazioni su come acquistare i biglietti per la data di Ferrara:
Ticketone  892 101  www.ticketone.it
Greenticket 899 500 055 www.greenticket.it

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

 

Già accesa la corsa ai biglietti per questi show che si annunciano come unici ed imperdibili: sul palco con Jónsi una scenografia studiata ad hoc dalla rinomata 59 Production, una delle case di produzione di eventi teatrali/film/TV più importanti a livello mondiale, che per questi show ha realizzato qualcosa di mai visto.

 Ben 50 persone tra crew e musicisti, più di 60mila file audio e video gestiti contemporaneamente da una cinquantina di persone che “guidano” circa 500 diversi tipi di animazione ottenute dalla combinazione di tecniche tradizionali e digitali.

Ben otto proiettori verranno utilizzati durante lo show per riprodurre, su 5 teli riflettenti, animazioni di 20 specie diverse di animali: uccelli, farfalle, formiche, lupi e cervi solo per citarne alcuni.

In mezzo a tutto questo spettacolo c’è Jònsi che corre….

In tutto questo spiccheranno le canzoni di Go, uscito il 2 aprile, ed altre nuove composizioni finora inedite.

 

Le canzoni di Go sono estatiche, drammatiche, vive, portano stampate a chiare lettere la firma vocale di Jónsi che per la prima volta affronta anche liriche in inglese e non solo in islandese come è stato sempre coi Sigur Rós.

Quando ha cominciato a lavorare su “Go”, Jónsi pensava inizialmente di fare un disco acustico, di basso profilo, fino a quando, per dirla con le sue stesse parole, “da qualche parte lungo il percorso é come esploso”. L’esplosione é sfociata in puri fuochi d’artificio uditivi. Non prettamente pop, né rock, folk, ambient o elettronico, “Go” abbraccia tutti questi generi per creare una gamma musicale in espansione portata in vita da Jónsi e da un certo numero di collaboratori-spiriti liberi. Il primo tra questi é Nico Muhly, il protégé di Philip Glass noto per il suo lavoro con Björk, Antony & The Johnsons, Bonnie “Prince” Billy e Grizzly Bear. Nico ha arrangiato tutte le canzoni di “Go”, portando archi, ottoni e strumenti a fiato a danzare giocosamente attorno ad un eccentrico pianoforte.

Se si aggiunge a questo mix il genio delle percussioni Samuli Kosminen (membro anche dei Mùm), la cui originale arte alla batteria arricchisce molte delle canzoni, si ha un panorama sonoro che ha ben poco a che fare con qualsiasi altra cosa in circolazione oggi, e che esplode dagli amplificatori con pura felicità e meraviglia, a occhi spalancati e impaziente di essere ascoltato.

Sopra tutto sta la voce di Jónsi, che mai é stata più incisiva e arrangiata in modo da togliere il fiato: un momento spettrale e il momento dopo piena e meravigliosamente calda, altre volte lanciata in incursioni di inventiva talmente pazze da fare girare la testa. In effetti, “Go” é una delle raccolte più gioiose che vi capiterà di ascoltare. E’ un album che ha il suono di un artista completamente unico, che fa esattamente quello che gli pare, e dal creatore della musica più inventiva ed evocativa di questo decennio non ci aspetteremmo niente di meno.

Coprodotto da Jónsi, Alex Somers e Peter Katis (Interpol), e registrato tra il suo studio di casa di Reykjavik e quello di Peter Tarquin in Connecticut nella primavera del 2009, l’album é stato mixato da Tom Elmhirst presso i  Metropolis Studios di Londra.

www.jonsi.com

www.myspace.com/jonthorbirgisson

 

JENNIFER GENTLE

In attesa del nuovo disco per Sub Pop, previsto per l’inizio del 2011, la band psichedelica di Marco Fasolo si esibisce in alcune e selezionate date in uno show acustico e particolare, dove, tra il repertorio della band e cover davvero particolari, spiccheranno alcuni abbozzi delle nuove canzoni.

Per questa parentesi estiva i Jennifer Gentle si esibiscono in una formazione particolare, che vede, oltre a Marco Fasolo, deus ex machina della band, impegnato con voce e chitarra elettrica a dodici corde, la presenza del fedele Liviano Mos alle tastiere ed organi farfisa. Al duo si aggiunge inoltre Luca Ferrari, batterista dei Verdena, che accompagna la band alle percussioni. Uno show particolare, magico, lisergico e fiabesco.

www.jennifergentle.it

 

INFO

Indipendente Eventi e Produzioni e Arci Ferrara

www.indipendente.comwww.ferrarasottolestelle.it

info@indipendente.com – infoline Arci Ferrara 0532 241419

Condividi.