Lo Zion Rock Club conferma l’annullamento dello show dei Melvins e il brithday party del prossimo weekend

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dello Zion Rock Club, nel quale lo staff del locale risponde al fatto che ha visto l’accoltellamento di due persone lo scorso sabato, durante il djset dei Bloody Beetroots: per maggiori informazioni sull’accaduto vi invitiamo a leggere questo articolo di OggiTreviso. Inoltre viene confermato ufficialmente l’annullamento della data dei Melvins di venerdì prossimo.

 

OGGETTO: Autosospensione attività del Circolo Zion per il fine settimana 27 e 28 novembre e Assemblea di tutti i soci: dibattito aperto per capire e orientare il futuro dell’associazione Zion.

“L’Associazione Culturale ZionRockClub è nata nell’ottobre del 2005, dando alla luce nel novembre dello stesso anno il Circolo Arci ZionRockClub. Da allora ad oggi, il direttivo dello Zion, grazie al sostegno dei soci dell’Associazione, ha avuto come unico obbiettivo quello di dare spazio e colore a tutte le forme d’espressione legate all’Arte e alla Cultura.

Oltre 350 concerti con i nomi più importanti della scena nazionale e internazionale; decine di serate di beneficenza a favore di lutti nazionali o persone care allo Zion scomparse prematuramente, esposizioni fotografiche, serate dedicate alla pittura, alla letteratura, alla danza, eventi patrocinati dal Comune e dal Progetto Giovani di Conegliano, mantenendo sempre e solo l’unico scopo di DARE alle persone, di OFFRIRE momenti di socialità e aggregazione, di GARANTIRE spettacoli artisticamente di livello, di CONTRIBUIRE allo spessore culturale della provincia di Treviso.

Un circolo SANO, un circolo PULITO, un circolo SICURO, un circolo GIOIOSO, un circolo frequentato da fasce di età che vanno dalla prima adolescenza alla piena maturità. 4 anni. 4 anni meravigliosi… gettati via in un secondo, a causa di un gesto insensato, folle, un gesto che ci ha lasciato e ha lasciato tutti i nostri soci senza parole. Un gesto perpetrato da un singolo che, in maniera immotivata e insensata, ha attentato alla vita di una ragazza.

Abbiamo e stiamo facendo di tutto per cooperare con le forze dell’ordine, per stare vicini alla famiglia della ragazza colpita. Siamo sconvolti. Abbiamo bisogno di fare un punto della situazione. A prescindere dalle decisioni della Questura in merito, abbiamo deciso di sospendere le attività del Circolo per il fine settimana prossimo. Venerdì sera era previsto il concerto della storica band americana The Melvins, (che è annullato) mentre sabato sarebbe stato il compleanno dell’Associazione e stavamo preparando una festa di compleanno per i soci del circolo. Ma non c’è niente da festeggiare. Niente. C’è bisogno di parlare e di confrontarsi.

Indiremo un’assemblea per tutti i soci del circolo, un dibattito aperto per capire e orientare il nostro futuro. Vogliamo fare Musica, vogliamo offrire Cultura, Arte. Ma queste non hanno nulla a che fare con quello che é successo sabato notte. NIENTE.

C’è qualcosa che non va intorno a noi. C’è qualcosa di grave e di malato nel malessere manifestato da un simile gesto. Un gesto che in un attimo ha zittito la Musica che ci piace fare e ascoltare, la Cultura che dovrebbe unire le persone… non ferirle. Ringraziamo i Bloody Beetroots e le persone presenti per averci aiutato con cuore e generosità a gestire la situazione nella maniera migliore possibile.”

Zion Rock Club

Condividi.