Malattia Etta James migliorano le sue condizioni

Sembrano migliorare le condizioni di salute di Etta James, attualmente ricoverata nel reparto di terapia intensiva di un ospedale in California. Tuttavia, nonostante la sua permanenza nella struttura ospedaliera, secondo il manager della James, Lupe De-Leon, la cantante sarebbe ora in grado di respirare autonomamente senza più l’ausilio del respiratore artificiale, il quale le era stato applicato a partire dallo scorso 24 dicembre. Secondo De-Leon, inoltre, le sua pressione sanguigna è tornata a livelli normali e potrebbe presto lasciare la terapia intensiva. In ogni caso il suo stato di salute resta gravissimo: la star della soul music è malata terminale di leucemia, ed è molto improbabile che possa lasciare l’ospedale per far ritorno a casa; Donto James, uno dei figli della cantante, ha dichiarato: “Ora sembra che stia bene. Però sia io sia mio fratello vorremmo che rimanesse in ospedale ancora per un po’, fin quando le sue condizioni non saranno ancora più stabili. La cosa che più ci preoccupa è che le vengano fornite tutte le cure adeguate“.


Etta James è entrata nella Rock & Roll Hall Of Fame nel 1993 ed ha vinto sei Grammy Awards nel corso della sua carriera. Cresciuta a Los Angeles, iniziò a cantare in chiesa e nel corso dell’adolescenza entrò a far parte di un gruppo di doo – wop; durante gli anni Sessanta, seppur dipendente dall’eroina (si disintossicò verso la metà degli anni Settanta), divenne una delle più celebri e rispettate cantanti di soul e blues. Il suo più celebre hit, “At Last” del 1961, è stato interpretato da decine di cantanti, ultima delle quali Beyoncé.


Condividi.