Marco Iacampo: da giovedì 30 settembre in radio il singolo “Tutto a posto”

A partire da giovedì 30 settembre sarà in rotazione discografica “Tutto a posto”, secondo singolo del cantautore veneto MARCO IACAMPO, estratto dal suo omonimo album.

“Un attimo di felicità prolungata. Un confronto con la natura delle cose, una gita al lago per ritornare in sintonia con il proprio cuore dopo tanto tempo. La cura per il male peggiore che ci possa essere: non sentire niente. – racconta MARCO IACAMPO a proposito del brano “Tutto a posto” – C’è altro modo di dirlo quando va tutto bene?”

L’album “MARCO IACAMPO” (Adesiva Discografica/Edel), in vendita in tutti i negozi di dischi, rappresenta una vera e propria rinascita artistica dopo i precedenti progetti discografici (ELLE, GOODMORNINGBOY). Nel suo nuovo cd, infatti, MARCO IACAMPO decide di comunicare e di raccontarsi con la forza unica della semplicità attraverso parole e suoni straordinariamente genuini.

MARCO IACAMPO nasce il 17 Gennaio 1976 a Mestre, Venezia. Fin da piccolo si appassiona alla musica e al canto. Dopo le prime esperienze con una cover band dove canta i classici rock, fonda all’età di 18 anni i LEX NIGRA, band dalla quale nasceranno gli ELLE. La band, dopo numerosi concerti e la vincita, aver di una serie di premi, pubblica il primo disco ufficiale “Bruciamo ciò che resta” (Urtovox 2001). Dopo il tour promozionale che li porta a suonare in tutta la penisola, MARCO IACAMPO è stanco e decide di lasciare la band. Ha bisogno di nuova linfa e così decide di raccogliere le sue canzoni in inglese e fondare un nuovo progetto da solista: GOODMORNINGBOY. “Goodmorningboy”, omonimo primo lavoro solista del cantautore veneto, viene distribuito anche nel resto d’Europa. Con “Goodmorningboy”, MARCO IACAMPO comincia una lunghissima serie di concerti tra cui festival importanti come il Tora Tora di Manuel Agnelli al quale partecipa per ben quattro edizioni. Esce anche un Ep, “Song=epitaph:outtakes. L’ottimo riscontro ottenuto lo spinge a continuare a scrivere in inglese. Comincia la scrittura di “Hamlet Machine” (Urtovox 2004), il secondo cd a nome GOODMORNINGBOY. Alla realizzazione di questo disco parteciperanno diversi musicisti: Alessandro “Asso” Stefana (Vinicio Capossela, Marco Parente), Giovanni Ferrario (Morgan, PJ Harvey), Andrea “Druga” Franchi (Paolo Benvegnù). Reclutati tre fidati musicisti quali Lorenzo Corti (Cristina Donà, Cesare Basile, Delta V), Luca Recchia e Marcello Sorge (Cesare Basile), comincia un altro tour in Europa (Germania, Belgio, Francia e Olanda). Dopo questo lungo tour MARCO IACAMPO sente il bisogno di fermarsi e riordinare le idee. Si trasferisce a Milano dove comincia lentamente a scrivere in italiano. Incontra sulla sua strada il produttore artistico Paolo Iafelice (Fabrizio De Andrè, Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Fiorella Mannoia, PMF, Pacifico) con cui comincia un lungo percorso di riadattamento alla nuova forma. Tutto è pronto nel gennaio 2010. È questo finalmente il primo disco a nome MARCO IACAMPO. Da allora il cantautore veneto non si è mai fermato, portando i brani del suo album in giro per diversi concerti. La sua passione per l’arte non si limita solo alla musica: da tempo si dedica alla creazione di disegni, quadri e sculture. Negli ultimi mesi ha esposto in diverse occasioni “FACCETTE”, la mostra nella quale presenta le sue ultime creazioni.

 

Condividi.