Milva, Giovanni Nuti e Valentina Cortese nel recital – omaggio ad Alda Merini

GIOVANNI NUTI e VALENTINA CORTESE

con la partecipazione straordinaria di MILVA presentano

“UNA PICCOLA APE FURIBONDA”

recital in omaggio ad ALDA MERINI

Domenica 21 marzo al Teatro dal Verme (MI)

Inizio spettacolo: ore 21.00

Ingresso gratuito (fino ad esaurimento posti)

Domenica 21 marzo al Teatro Dal Verme di Milano (Via San Giovanni sul Muro, 2) il cantautore GIOVANNI NUTI e l’attrice Valentina Cortese, con la partecipazione straordinaria di Milva, terranno un recital di poesie e canzoni  rendendo così omaggio alla poetessa scomparsa Alda Merini. Il recital dal titolo “UNA PICCOLA APE FURIBONDA”è inserito nell’ambito della rassegna “Alza il volume” promossa dal Comune di Milano (Inizio spettacolo ore 21.00, info e prenotazioni: info@sagapomusic.com).

La celebrazione di Alda Merini cade in concomitanza con la Giornata Mondiale della Poesia. Valentina Cortese nello spettacolo dal titolo “Una piccola ape furibonda” leggerà alcuni versi meriniani alternandosi a GIOVANNI NUTI. Accompagnato da dieci musicisti e tre coristi, presenterà 21 canzoni-poesie tra cui nove anticipano il prossimo disco omonimo, che comprenderà otto brani inediti scritti appositamente da Alda Merini per essere musicati da GIOVANNI NUTI. Ospite speciale della serata sarà Milva che non poteva mancare in questa occasione di celebrazione della poetessa con la quale, insieme a GIOVANNI NUTI, realizzò il disco “Milva canta Merini”.

GIOVANNI NUTI sarà accompagnato da: Nicola Curioni, viola – Daniele Ferretti, pianoforte – Massimo Germini, chitarra – Roberto Gualdi, batteria – Raffaele Kohler, tromba – Alberto Melgrati, oboe – Simone Rossetti Bazzaro, violino – Davide Santi, violino – Vincenzo Virgillito, contrabbasso – Alexander Zyumbrovsky, violoncello – Cori: Franco Cocuzza, Edoardo Francesconi, Isabella Mangiarratti – Fonico di sala: Fausto Dasè.

Ecco come Alda Merini presentava la sua collaborazione con GIOVANNI NUTI: “La coppia Nuti-Merini è nata da un sodalizio d’amore, ma anche dalla disperazione nel vedere che la cultura non mette sane radici: è una specie di rivolta anche patriottica che si sta perdendo nell’universo. In amore ci si affianca: non è soltanto un egoistico guardarsi negli occhi, ma anche una comunione della propria felicità con gli altri. È  un convivio amoroso. La musica allevia le sofferenze mentre la poesia a volte crea la solitudine. Spero che questo sodalizio Nuti-Merini arrivi al cuore di tutti, di chi ci ama, perché vuole essere una resurrezione del corpo e dell’anima”.

La regia della spettacolo è di Marco Rampoldi, che formatosi con Dario Fo, Giorgio Strehler e Luca Ronconi, è oggi uno dei registi più poliedrici del panorama teatrale italiano. Le foto di scena sono di Giuliano Grittini, il fotografo-amico che ha testimoniato in centinaia di scatti gli ultimi 20 anni della vita di Alda Merini. La Serata Tributo ad Alda Merini si svolge grazie al sostegno del Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, con il Patrocinio della Provincia di Milano e il Patronato di Regione Lombardia. Sponsor dell’iniziativa Navigli Lombardi scarl, che già il 13 ottobre 2006 contribuì alla memorabile rappresentazione sull’Altare Maggiore del Duomo di Milano dell’opera sacra firmata Nuti-Merini “Poema della croce”.

www.giovanninuti.com

Condividi.