MIS2010: numeri, considerazioni e successi

Ci sono due determinanti che dimostrano la buona riuscita di una fiera: la quantità di carta rimasta a terra alla fine di una giornata e la percentuale di pelle femminile esposta ad ogni stand durante l’apertura al pubblico. Di entrambi, meno ce n’è, più l’evento è riuscito.


Basandoci su questo raffinato metodo scientifico di analisi dei risultati non si può che dire che la prima edizione del Music Italy Show di Bologna sia andata alla grande.
Buona l’affluenza, un’organizzazione più che discreta e un pubblico decisamente di qualità. In effetti i visitatori, questo è raro, erano interessati al nostro stand almeno quanto ai CD che abbiamo potuto dare in regalo grazie alle etichette che ce li hanno forniti.
Molti artisti sono stati accolti al nostro stand per una breve intervista e altrettanti hanno trovato il tempo, nonostante la bagarre fieristica, di fare una scappata per un saluto. Insomma, è stato una grande esperienza per Outune, che ci ha permesso di incontrare nuovo pubblico e di chiacchierare con alcuni nostri lettori per avere il loro parere.
Un ringraziamento agli organizzatori, agli artisti e a tutti coloro che sono passati dallo stand. Arrivederci all’anno prossimo!

Riccardo Caverni

Comunicato Stampa:

Lunedì 17 maggio è calato il sipario sulla prima edizione di Music Italy Show, il Salone dedicato a strumenti ed edizioni musicali, dj e discografia, una “prima” premiata da un successo di espositori e pubblico che ha superato ogni più rosea aspettativa.

Con 27.800 visitatori provenienti da tutta Italia, e con alcune centinaia di visitatori giunti anche dall’estero, Music Italy Show si candida a diventare il polo di riferimento dei mercati che si riconoscono nella musica, e già suscita curiosità e interesse nei mercati legati al mondo dell’entertainment e del P.A., come il pro-audio e il settore delle luci.

Fabio Roversi Monaco, Presidente di BolognaFiere, ribadisce la soddisfazione sua e dell’intero staff al termine della manifestazione: “Abbiamo costruito questo evento con convinzione e con la caparbia fiducia di chi crede fino in fondo in un successo. E, come avevamo preannunciato alla vigilia dell’apertura del Music Italy Show, quando conoscevamo solo i nomi dei 146 espositori, questo successo c’è stato. Occorre ora guardare avanti, per costruire una seconda edizione ancora più grande e completa: perché il successo così netto di una prima assoluta a Bologna, può essere un importante vantaggio competitivo sul quale pianificare crescita e sviluppo”.

Claudio Formisano, presidente di Dismamusica, commenta visibilmente soddisfatto l’esito di questa prima edizione: “Abbiamo avuto una risposta positiva e completa. E mi fa piacere citare le affermazioni dei dirigenti stessi di BolognaFiere, che mi hanno dichiarato di non avere mai raggiunto, in passato, un successo così evidente a una prima assoluta di una manifestazione.”

Music Italy Show ha centrato a pieno l’obiettivo di riportare l’attenzione di pubblico, operatori e giornalisti sulla musica in ogni sua forma, con edizioni e strumenti musicali “sugli scudi” e con un ricchissimo corollario di demo, concerti e clinics che ha vivacizzato i tre giorni di svolgimento.

Grande attenzione è stata riservata anche al fitto calendario di incontri e convegni, promossi da enti pubblici, aziende, associazioni ed istituzioni, che hanno dato spessore politico-economico, culturale e formativo all’evento fieristico.

Una citazione a sé merita il mondo della Scuola, che era presente con il convegno di apertura coordinato dal MIUR, con la rassegna di formazioni musicali scolastiche su uno dei grandi palchi esterni e con l’iniziativa Aula di Musica (promossa da Dismamusica e Miur), culminata nella donazione di tre aule di musica complete a tre scuole dell’area emiliano-romagnola.

Una doverosa citazione va anche alle decine di iniziative collaterali di Music Heaven Bologna, e prima fra tutte la Ultimate World Guitar Exhibition, che ha portato in piazza Maggiore, nonostante la pioggia, oltre 10.000 persone nella serata del 15 maggio.

L’appuntamento è per la prossima edizione del Music Italy Show.

Condividi.