MITO Settembre Musica 2011, il programma

Mito Settembre Musica 2011 Programma

Com’è ormai tradizione, la fine dell’estate sarà caratterizzata dalla quinta edizione di MITO SettembreMusica, in scena dal 3 al 22 settembre. Milano e Torino, ancora una volta, si uniscono nella proposta di un Festival Internazionale capace di suggerire al pubblico nuovi itinerari di ascolto, passione per la ricerca, affetto per la tradizione.

Grazie al sostegno del Comitato per i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la quinta edizione del Festival ha infatti commissionato brani ad alcuni tra i maggiori compositori viventi, italiani e stranieri, che verranno proposti al pubblico in prima esecuzione mondiale, sia a Milano che a Torino. L’intenzione, in tutta evidenza, è quella di puntare su risorse intellettuali e creatività, sulle infinite qualità che il nostro Paese ancora  sa offrire al mondo: Salvatore Sciarrino, Fabio Vacchi, Fabio Nieder, Ivan Fedele, Francesco Antonioni e Matteo Franceschini sono i sei compositori italiani che hanno accettato la sfida. Li affiancheranno l’inglese Harrison Birtwistle, il francese Pascal Dusapin, l’americano Michael Daugherty, il giapponese Toshio Hosokawa, il cinese Guo Wenjing, l’olandese Louis Andriessen e l’estone Arvo Pärt.

Il ritmo intenso della ‘negritude’ e la passione della cultura negro-africana animano  il consueto omaggio di MITO SettembreMusica a un paese straniero. È infatti Haiti, l’isola devastata dal sisma il 12 gennaio 2010, la nazione ospite della manifestazione. Antillana, africana, prima colonia bianca in America, Haiti è terra da sempre al centro di mutazioni ed esperienze traumatiche. In scena, dunque, generi e stili diversi: voci, percussioni, l’arte di Beken, l’Ensemble Erol Josué, la performance graffiante di Moonlight Benjamin.

Come nel 2010 il Festival dedica, a Milano, un’intera giornata alla musica africana. Sul palco si alternano, dal pomeriggio alla sera, artisti di spicco come Lokua Kanza dal Congo, Boubacar Traoré dal Mali e l’Orchestra National de Barbes, con musicisti provenienti da Algeria, Francia e Marocco.

Al Festival non mancheranno, come d’abitudine, i grandi nomi della musica sinfonica e un programma per gli appassionati di classica, senza dimenticare le proposte di musica sacra e barocca così come gli appuntamenti per gli amanti della musica contemporanea: Berio, Petrassi, Donatoni, sono solo alcuni dei compositori che verranno riproposti a settembre.

Da sempre modello per nuovi equilibri e proposte, il Festival si apre anche a contributi e generi diversi. A Torino una sezione jazz sarà segnata  dall’incontro e dall’esibizione di band nate da esperienze differenti, ma tutte valorizzate dal talento di giovani musicisti. A Milano invece spazio ai break in jazz con artisti che si affacciano alla scena, tra cui spicca il nome di Alessandro Lanzoni. Art Blakey, Benny Golson, Wayne Shorter, Hank Mobley, Valery Ponomarev, sono solo alcuni dei numi tutelari del genere che vedranno le loro musiche riproposte. Nel ventennale della scomparsa omaggio a Miles Davis in entrambe le città con Enrico Rava, Stefano Bollani, John Scofield e Dave Douglas. A Milano arriva Stacey Kent, uno degli astri nascenti del panorama jazz mondiale, un’artista unica che unisce lo swing delle proprie origini americane alle influenze stilistiche e linguistiche europee.

Un posto importante in cartellone spetta anche alla musica elettronica, al crossover e alle contaminazioni con altri generi. Christian Fennesz, porterà al pubblico torinese la sua arte complessa e raffinata. Sempre in questo ambito a Torino il siriano Omar Souleyman con la sua “jihadi-techno”, gli Emeralds, il trio di Cleveland dall’attitudine improvvisativa e psichedelica di matrice elettronica e gli A Certain Ratio dall’esplosiva miscela rock-dance della scena di Madchester. A Milano arrivano Alva Noto e Blixa Bargeld, presenti con Mimikry, l’islandese Ólafur Arnalds, l’elettro-pop di The Naked and Famous e la voce di Diamanda Galas. I grandi nomi della musica pop, come di consueto, entrano nel programma di MITO. A Milano, Ornella Vanoni e Peppe Servillo sono presenti con un programma in cui si intrecciano le tradizioni musicali milanesi con quelle partenopee e la Banda Osiris non mancherà di divertire il pubblico del Teatro Franco Parenti. Nei due capoluoghi, nell’imponente cornice del Palasport Olimpico Isozaki torinese e al Teatro Smeraldo di Milano, si esibirà in un doppio concerto Massimo Ranieri. Al Palasport Olimpico di Torino tappa del tour 2011 di Franco Battiato “Up Patriots to Arms”.

Per la chiusura della quinta edizione del Festival arriva in entrambe le città Pierre Boulez con l’Ensemble Intercontemporain. In programma “Pli selon Pli“, monumentale riflessione del compositore sul pensiero di Mallarmé. E a Milano, il 22 settembre, MITO dà l’arrivederci alla sesta edizione con una grande festa musicale e danzante.

Il Festival MITO è promosso dai Comuni di Milano e Torino, con il sostegno delle Regioni Lombardia e Piemonte, della Provincia di Milano, con i Partner istituzionali Camera di Commercio di Milano e di Torino, insieme a quello di Partner privati quali Intesa Sanpaolo, Allianz, Enel, Eni, Compagnia di San Paolo, gli Sponsor, Pirelli, Trenord, Milano Serravalle, Autostrada Torino Milano; Mediaset e Moncler, i media partner Corriere della Sera, la Stampa, Rai Radio 3, Telelombardia, Radio Number One e dei sponsor tecnici ATM, GTT, Ferrovie dello Stato, FAI, Acqua Panna San Pellegrino, Alfa Romeo MITO.

Per ulteriori informazioni: www.mitosettembremusica.it

Condividi.