Morto Stephen Gately, cantante dei Boyzone

Stephen Gately Boyzone

Una notizia che ha il sapore della beffa: i Boyzone, boyband irlandese pronta al ritorno il pompa magna sulla scena mondiale con il primo disco dopo la reunion del 2007, perdono uno dei più importanti tasselli, quello Steven Gately che rese pubblica la sua omosessualità verso la fine degli anni Novanta. Una morte improvvisa, a soli 33 anni, mentre l’artista era in vacanza a Maiorca (Spagna) con il compagno, Andrew Cowles.

 

Non sono ancora note le cause della morte. Stando ad alcune dichiarazioni rilasciate ai media britannici, Stephen era uscito per un paio di drink e sarebbe ritornato in albergo, per una morte che lo avrebbe colto nel sonno. Gli altri componenti della band lo avrebbero raggiunto nell’isola spagnola in questi giorni.

 

Nati nel 1993, tra il 1995 e il 1998 la boyband irlandese ha pubblicato ben tre dischi, ai quali sono seguite varie compilation e un best of dello scorso anno, “Back Again…No Matter What” (pubblicato da Universal), che conteneva anche alcune nuove tracce. A sette anni dallo scioglimento del 2000, la band si è riformata due anni fa; un ritorno celebrato con un fortunato tour di 29 date nel Regno Unito nell’estate del 2008, nel quale più di 200.000 biglietti sono stati venduti nel giro di poche ore, e dalle registrazioni del primo disco dopo 11 anni che sarebbe dovuto uscire la prossima estate.

 

Molti i messaggi di cordoglio per questa inaspettata morte: dai compagni della band, che hanno rilasciato un comunicato ufficiale tramite il sito ufficiale, ad Elton John, che lo ha definito Stephen Gately una persona gentile. A conferma dell’impatto che i Boyzone hanno avuto nell’immaginario collettivo irlandese, anche il premier Bertie Ahern ha definito la morte “una tragedia”. 

Condividi.