Muore Jimmy “The Reverend” Sullivan, batterista degli Avenged Sevenfold

Jimmy Sullivan Avenged Sevenfold

Un 2009 caratterizzato da una serie di morti eccellenti nel mondo della musica aggiunge un ultimo nome alla sua lunga lista: il batterista Jimmy “The Reverend” Sullivan, noto per essere membro della band hard rock di Orange County (California) Avenged Sevenfold, è stato ritrovato morto nella sua casa nella giornata di ieri.

Le prime analisi, che verranno confermate dall’autopsia nei prossimi giorni, confermano il fatto che l’artista è morto per cause naturali. Una morte che ha sconvolto il mondo dell’hard rock, vista la giovane età del musicista (28 anni) e il fatto che era visto da molti come uno dei batteristi più validi in circolazione. Un messaggio di dolore anche da parte degli altri componenti degli Avenged Sevenfold, che hanno rilasciato un breve comunicato ufficiale:

“It is with great sadness and heavy hearts that we tell you of the passing today of Jimmy ‘The Rev’ Sullivan. Jimmy was not only one of the world’s best drummers, but more importantly he was our best friend and brother. Our thoughts and prayers go out to Jimmy’s family and we hope that you will respect their privacy during this difficult time.

“Jimmy you are forever in our hearts. We love you.”

Trad: è con grande tristezza e con un peso sul cuore che vi comunichiamo la morte di Jimmy “The Rev” Sullivan. Jimmy non è stato solamente uno dei migliori batteristi al mondo, ma cosa ben più importante è stato uno dei nostri migliori amici e fratelli. I nostri pensieri e le preghiere vanno alla sua famiglia e speriamo che voi rispettiate la loro privacy in questo momento difficile.

Jimmy, sarani per sempre nei nostri cuori, ti amiamo.

Condividi.