Neri per Caso: domani esce il nuovo album, “Donne, angoli diversi vol. 2″

Esce domani “Donne”, Angoli diversi vol.2, il nuovo album dei Neri per Caso, tutti duetti al femminile, che vede la luce dopo una lunga e accurata ricerca di suoni, sfumature, vibrazioni.

L’idea di un disco interamente a cappella, in duetto con grandi artisti italiani, è partita nel 2008 con “Angoli diversi” vol. 1, frutto dell’emozionante incontro artistico con Mango, Mario Biondi, Claudio Baglioni, Neffa, Lucio Dalla, Luca Carboni, Gino Paoli, Samuele Bersani, i Pooh, Alex Britti e Raf.

Da tutti i premi vinti (disco d’oro con oltre 50 mila copie vendute, miglior Album conferito da RARB e CASA, le più importanti associazioni internazionali di musica a cappella) nel 2008 parte un tour internazionale  che ha permesso al gruppo di conquistare nuovi territori con risultati eccezionali soprattutto in America Latina (Venezuela, Colombia e Brasile) e in Europa (Spagna, Romania, Grecia, Albania, Croazia).

In questi due anni non si è però fermata la produzione discografica del gruppo, che si accinge a pubblicare l’ultimo travolgente lavoro dei Neri per Caso, dal titolo più che mai diretto “DONNE”, nel quale non si abbandona la riuscita formula dei duetti.

La scelta degli ospiti nasce dal desiderio del gruppo di realizzare alcuni sogni nel cassetto, così come dalla voglia di confrontarsi con alcune delle più belle voci che il mondo discografico ci ha regalato negli ultimi anni. Si passa da nomi che appartengono alla storia della musica italiana come Ornella Vanoni, Loredana Bertè, Mietta, Wendy Lewis alle più interessanti voci che, negli ultimi anni, stanno conquistando il mercato discografico, come Alessandra Amoroso, Giusy Ferreri, Noemi, Karima Ammar, Dolcenera.

Tra questi duetti spicca quello virtuale con Mia Martini. In omaggio a questa grandissima interprete i Neri per Caso hanno ricostruito un nuovo arrangiamento partendo dalla traccia della sola voce di “Minuetto”.

I Neri per Caso in questo album si sono confrontati per la prima volta con timbri femminili e quindi tonalità più alte rispetto alle loro. Questo è il motivo per cui la gestazione dell’album è stata molto lunga, quasi due anni. Per Ciro e Diego (arrangiatori del gruppo) è stato necessario fare una ricerca sullo stile degli arrangiamenti, per trovare una nuova distribuzione delle sei voci a servizio delle canzoni e degli ospiti.

Il risultato è straordinario e, come spesso è accaduto nella carriera del gruppo, ascoltando l’album si ha la sensazione di riscoprire la bellezza di canzoni già note e di conoscere più intimamente gli ospiti che si sono messi in gioco con e per loro.

Condividi.