Orgy Il ritorno con una nuova lineup

Gli Orgy non sono un nome molto conosciuto in Italia, ma la nu metal band ha avuto Oltreoceano il suo momento di notorietà a cavallo tra gli Anni Novanta e l’inizio del Terzo Millennio: tre album all’attivo lanciati da singoli di spicco come “Stitches“, “Opticon” e la cover di “Blue Monday” dei New Order, di gran lunga il loro brano più famoso, che han portato nella loro bacheca un disco di platino e uno d’oro. A otto anni dall’ultimo lavoro “Punk Statik Paranoia“, il cantante Jay Gordon, unico membro della lineup originale, rispolvera il progetto con una nuova formazione composta da ottimi turnisti, tra i quali spicca il nome dell’ex Snot Jamie Miller.

Il quintetto è attualmente in tour negli Stati Uniti e non è ancora noto se nelle settimane successive gli Orgy faranno tappa in studio per la stesura di alcuni inediti. In una recente intervista, lo stesso Jay Gordon ha illustrato le ragioni del ritorno on stage: “Ero interessato da tempo al ritornare on the road, è stata una delle cose che avrei voluto fare. E’ passato troppo tempo, il mio desiderio era quello di togliere un po’ di ruggine e vedere se il tutto sarebbe funzionato ancora, e il modo migliore resta quello di suonare nuovi concerti. La nuova lineup è spettacolare e composta da ottimi musicisti: anche grazie a loro non devo ricordarmi ogni giorno quanto fatto in passato“.

L’ultima frase fa intuire che i dissidi con i vecchi compagni d’avventure sono ancora molto forti: alla base dei contrasti c’è infatti la disapprovazione da parte di Jay Gordon e del padre, suo manager, nel rispolverare il progetto nella sua natura iniziale, con tanto di strumenti musicali, look e scenografie.

Condividi.