Ozric Tentacles in tour in Italia a novembre

VIRUS CONCERTI

presenta

OZRIC TENTACLES
in tour in Italia

Giovedì  18/11  Firenze @ Viper  
Venerdì  19/11 Roma @ Crossroads 
Sabato   20/11  Bari @ H25 
Lunedì   22/11  Milano @ Magnolia 
Martedì  23/11  Trieste @ Teatro Miela

La formazione storica nacque il 21 giugno 1984 allo Stonehenge Free Festival, durante il quale ne venne coniato il nome, scelto tra una rosa di fantasiosi nomi per un’ipotetica marca di cereali psichedelici per la prima colazione.
Per tutti gli anni ’80 hanno effettuato un numero pressoché incalcolabile di spettacoli dal vivo, soprattutto nei festival musicali inglesi, durante i quali erano soliti vendere personalmente i loro nastri autoprodotti.
La loro prima registrazione ufficialmente distribuita da un’ etichetta discografica fu Pungent Effulgent nel 1989. Fino ad allora nessuno dei loro lavori aveva ancora visto la distribuzione ufficiale. L’album successivo,Erpland vedeva la nascita di Erp, un personaggio di fantasia in seguito presente nella maggior parte delle copertine dei lavori del gruppo. Nell’album Strangeitude (1991) era incluso il branoSploosh!, usato anche come colonna sonora per una campagna pubblicitaria per la BMW. Sploosh! è tuttora l’unico singolo pubblicato dal gruppo. Alla sua uscita, l’album Jurassic Shift del 1993 entrò nella Top Ten inglese.
Gli Ozric Tentacles hanno affrontato negli anni molteplici cambi di formazione, in cui l’unica costante è rappresentata da Ed Wynne (chitarra e tastiere). Il suo carismatico braccio destro e compagno storicoJohn Egan, Champignon (flauto) lasciò la formazione nel 2005 dopo più di vent’anni di carriera assieme al pure dimissionario  Christoper Lenox-Smith Seaweed (tastiere) per fondare il progetto Dream Machine. Seaweed non era nuovo a progetti paralleli, essendo già membro stabile non solo degli Ozric Tentacles, ma anche di Eat Static e Zub Zub.
 
La band, pur non avendo mai raggiunto il grande pubblico, è apprezzata sia dagli appassionati di rock psichedelico che dai cultori di musica elettronica per il loro stile unico, esaltato dalle inconfondibili esibizioni dal vivo, fatte di effetti luminosi accecanti e ipnotici, psichedelia, trance vere e simulate del pubblico (e spesso anche degli esecutori).
Il gruppo negli anni non ha mai rinunciato alla sua personale troupe audiovisiva affiancata a quella classica dei tecnici del suono.
L’iconografia del gruppo è da sempre legata strettamente al movimento hippie e alle droghe psichedeliche.
Da un punto di vista commerciale, i loro prodotti sono riconoscibili per la grafica complessa ma raramente elaborata al computer. L’artwork dei loro dischi ricorda in genere l’artigianato hippie venduto alle fiere di genere, in cui gli elementi ricorrenti sono improbabili vegetali allucinogeni e la loro mascotte Erp. La maggior parte delle copertine dei loro lavori sono disegnate dagli stessi componenti del gruppo.
Nel corso degli anni gli Ozric hanno fatto tournée sia in patria che all’estero, esibendosi regolarmente in tutta Europa, Asia, Nord America e Sud America. Queste influenze da diversi continenti si sono fuse con la loro musica, e si può notare in ogni pezzo del gruppo , nelle sonorità diverse con cui essi sono costruiti. Gli Ozric continuano a creare una musica senza genere e senza confini, il loro scopo e i loro obiettivi sono l’entusiasmo ed il cercare di  portare ogni brano ed ogni album ad un nuovo livello.
 
Dopo il 1994, insieme con l’uscita di ” Arborescence”, la stampa musicale ha capito che la forza degli Ozric sta semplicemente nell’opportunità di esplorare la musica con uno zelo quasi ossessivo per i suoni bizzarri e improbabili che riescono a fare uscire qualunque strumento musicale.
 
In questo tour la band, attualmente composta da Ed Wynne – chitarra e tastiere, Brandi Wynne – basso elettrico, Silas – tastiere, Oliver Seagle – chitarra, basso , sintetizzatori, presenterà l’album del 2009 Yum Yum Tree (Snapper Music PLC).

Info:
www.viperclub.ue
www.crossroadsliveclub.com
www.accaventicinque.com
www.circolomagnolia.it
www.miela.it

Condividi.