Perché lo scioglimento dei R.E.M. segna la fine di un’epoca

Rem Sciolgimento

Un fulmine a ciel sereno. Così è stata definita la notizia dello scioglimento dei Rem, una delle band più importanti e amate di tutti i tempi. La band di Athens per prima riuscì a dimostrare che si poteva rimanere se stessi (o indie che fa tanto figo oggi) pur firmando contratti stratosferici con una della maggiori multinazionali al mondo. Dimostrò che l’ispirazione non svanisce con i soldi e diede speranza ad un’intera generazione che sperava di poter vivere delle proprie passioni, senza mutare sotto il peso delle pressioni.

Uno come Kurt Cobain, che venne ucciso dal successo planetario di “Nevermind” ancor prima che dal suo equilibrio precario, non a caso vedeva nei Rem l’unica band in grado di fare quello che voleva anche sotto una major; i Nirvana ci provarono con “In Utero”, ma ormai per la debole psiche di Cobain il sentiero portava verso un’unica via d’uscita. La band americana, dopo un esordio oscuro come “Murmur” e tante gemme nascoste negli anni dell’IRS,  non solo raggiunse il successo planetario con album di rara intensità, ma entrò anche nella storia siglando il più imponente contratto della storia della musica alla metà degli anni novanta, dando poi alle stampe capolavori come “New Adventures In Hi Fi” e “Up”, fin troppo sottovalutato per la dipartita del buon Berry. Anche quando in seguito sopraggiunse un fisiologico calo di ispirazione con “Reveal“, la band riuscì a sopperirlo con show memorabili ed una devozione verso i propri fan da mettere i brividi. La stessa devozione che probabilmente ha portato allo scioglimento: niente avvocati, cause o tormentoni, semplicemente era il momento di farlo.

Credo si tratti di una delle scelte più difficili e allo stesso tempo coraggiose in un mondo come quello della musica, dove bisogna spremere tutto fino all’ultima goccia e magari vedere anche morire i propri idoli sul palco. Una scelta che dimostra, ancora una volta, che l’unico filo conduttore di questi trentun anni di emozioni porta il nome di coerenza.

Luca Garrò


R.E.M. – Talk About The Passion on MUZU.TV

Condividi.