La scaletta del concerto di Bruno Mars a Milano il 26 ottobre 2013

scaletta-concerto-bruno-mars-milano-2013

Bruno Mars si è esibito in concerto a Milano (Forum di Assago) ieri 26 ottobre 2013. Scaletta standard, simile a quelle proposte nelle altre tappe Europee di un tour che non sta facendo altro che inanellare un successo dietro l’altro. L’artista si è confermato performer di razza, cantante, ballerino, batterista, chitarrista e vero entertainer, oltre che (cosa che risulta abbastanza determinante per far diventare travolgente un’ascesa già importante) un bel fiulet. Chiaro, a qualcuno potrebbe dare enormemente fastidio il vestirsi e lo spararsi pose (oltre che avere tratto diversi “spunti” nel proprio modo di cantare) tipiche di Sua Maestà Michael Jackson, ma d’altra parte Bruno Marte ha fatto un paio di dischi, gli vogliamo dare qualche anno in più?


Scaletta concerto Bruno Mars Milano 26 ottobre 2013

Moonshine
Natalie
Treasure
Money (That’s What I Want) (Barrett Strong)
Billionaire (Travie McCoy)
Show Me / Our First Time / Pony / Ignition
Marry You
If I Knew / It Will Rain
Runaway Baby
The Lazy Song / Eye Of The Tiger (Survivor)
When I Was Your Man
Grenade
Just The Way You Are
Locked Out of Heaven
Gorilla

Location esaurita da settimane, attesa spasmodica e un po’ troppi atteggiamenti da boy band lì davanti, con isterie giustificate ma che risultano fuori luogo verso un’artista di ben altra caratura (qui una delle sue prime interviste rilasciate alla stampa italiana due anni fa). Lo show è fatto di moltissimo contorno (megaschermo, qualche esplosione qua e là, ottimo impianto luci) ma anche di musica notevole, dato che la band che lo segue è fatta di musicisti grandiosi. La base inequivocabilmente pop ballabile viene shakerata con sapienza da funk, soul e ritmi a cui è difficile resistere rimanendo fermi. La durata complessiva è di poco inferiore ai novanta minuti, quella effettiva se va bene arriva all’oretta scarsa, considerando il brodo allungato su diversi finali e molte pause. Poco male, ai diecimila presenti importava solo cantare le già conosciutissime hits e divertirsi. Bruno Mars crescerà ancora in futuro, speriamo che magari decida di concedersi anche per qualche minuto in più al suo pubblico. Si può sempre migliorare. (P.S.)


Condividi.