Simone Cristicchi allo Sherwood Festival (Padova), venerdì 16 luglio

Per uno degli ultimi show di Sherwood 2010, il palco principale è tutto per Simone Cristicchi (per la prima volta al festival) che presenta l’ultimo album ‘Grand Hotel Cristicchi’, nuovo labirinto di musiche e testi.

A cinque anni dal pluripremiato album di esordio “Fabbricante di canzoni” (2005) e tre anni dall’ambizioso progetto “Dall’altra parte del cancello” (cd,  documentario,  spettacolo e libro – 2007),  Simone Cristicchi presenta il suo nuovo labirinto di musiche e testi, questa volta ambientato nelle stanze del “Grand Hotel Cristicchi”. Questo terzo album rappresenta la sintesi del percorso artistico di Cristicchi che il  grande pubblico ha saputo apprezzare nelle sue molteplici sfumature, a cominciare dall’ironico uomo con valigetta di “Vorrei cantare come Biagio”, fino all’emozionante e struggente storia di Antonio e sedia gialla, illuminata sul palco dell’Ariston sulle note di “Ti regalerò una rosa”, che vinse la 57ma edizione del Festival di Sanremo, mettendo d’accordo pubblico e critica. Non ultima, l’esperienza singolare col Coro dei Minatori di Santa Fiora, in cui Simone recupera memorie e tradizioni di musica popolare delle miniere del Monte Amiata e le esporta in tutta Italia con un tour di più di 40 date. E la sua prossima sfida? Quella di diventare un vero e proprio attore teatrale con la messa in scena del testo “Li Romani in Russia”, capolavoro in dialetto romanesco di Elia Marcelli. In questo spettacolo Simone, memore della lezione del grande teatro civile, racconterà la tragica ritirata di Russia del 1943, diretto dal grande regista-attore Alessandro Benvenuti.

Tornato alla ribalta con il suo pop impegnato, dopo la canzone “Meno Male”, omaggio ironico al gossip della politica italiana e a Carla Bruni – pezzo eseguito all’ultimo Festival di Sanremo – Cristicchi ha di recente fatto uscire il suo nuovo lavoro discografico, “Grand Hotel Cristicchi”, contenente anche la ’scomoda’ traccia “Genova brucia” (scritta nel 2002 e finora mai pubblicata per volere dell’etichetta, la Sony Music) dove si raccontano, sul classico tema/ritornello caro a Simone, le giornate del G8 di Genova del 2001.

“Grand Hotel Cristicchi” è il titolo del nuovo album, che è decisamente rock e composto per lo più in camere di albergo, durante le numerose tournée. L’Hotel diventa quindi il contenitore in cui ospitare le nuove creature ma anche il non-luogo per eccellenza, in cui sentirsi solo “di passaggio”. E in questo disco Simone diventa il Direttore d’albergo delle sue canzoni e decide di ospitare i personaggi e le storie nate dal suo cespuglio di capelli, le emozioni e le contraddizioni del mondo che ha scelto di raccontare. L’animo sensibile ed inquieto di Simone Cristicchi trova in questo nuovo cd l’occasione preziosa di mettere insieme, una in fila all’altra, non solo l’interpretazione acuta dei piccoli e grandi malesseri tipici dei nostri “tempi velocemente immobili” (dal cancro della disinformazione, all’ansia di protagonismo, dal deturpamento del territorio alle false promesse della Tv), ma anche quella di sentimenti più intimi e privati. Il tutto immerso in sonorità che passano dal punk-rock, al new-acoustic, dalla dolcezza degli archi degli Gnu Quartet alla musica popolare del Coro dei Minatori.

Simone Cristicchi | Sherwood Festival | Open h 20 | € 10 + ddp
Per informazioni: www.sherwood.it/Sherwood-Festival-2010

Prossimi concerti:
Motel Connection | 12 € + ddp

SHERWOOD FESTIVAL 2010 – Parcheggio Stadio Euganeo, Viale Nereo Rocco – Padova. Info al pubblico: festival@sherwood.it; www.sherwood.it/Sherwood-Festival-2010

Condividi.