Sound City Players il concerto evento di Dave Grohl al Sundance

Niente Nirvana e niente Foo Fighters: Dave Grohl e i Sound City Players si sono esibiti venerdì al Sundance Film Festival, per festeggiare la prima cinematografica del documentario di Grohl “Sound City”, la cui première era appunto prevista al festival del cinema dello Utah. Uno show dalla durata di tre ore abbondanti, con quindici musicisti (oltre a Dave) che si sono alternati sul palco e ben trentotto canzoni suonate. Dominatore della scena, ovviamente, il regista del film e musicista tuttofare, che non è mai sceso dallo stage e ha suonato chitarre, bassi, batterie e ovviamente cantato quando era necessario. Sono stati proposti molti pezzi del passato, recuperando inni storici di band come i Cheap Trick e dei Creedence Clearwater Revival e si sono rivisti on stage dopo tempo artisti come Steve Nicks e Rick Springfield.

Il pubblico, a giudicare dai report che stanno arrivando in queste ore dagli States, ha impiegato diverso tempo a carburare, considerato che l’abbondante setlist proposta non era esattamente conosciutissima. I maggiori momenti di coinvolgimento si sono avuti durante l’esecuzione di “Surrender” (motivo simbolo dei Cheap Trick) che è stata interpretata vocalmente da Corey Taylor, quindi entusiasmo per “Jessie’s Girl” di Rick Springfield e grandi emozioni nel finale con il solo Dave Grohl ad accompagnare Steve Nicks su “Landslide” con la chitarra acustica. Largo spazio ai classici di Fogerty e dei CCR come “Travelin’ Band” e “Proud Mary”.

Altri artisti importanti coinvolti nell’evento sono stati ovviamente Pat Smear e Krist Novoselic, Brad Wilk dei Rage Against The Machine (e probabile nuovo drummer dei Black Sabbath) e il duo Shiflett/Hawkins dei Foo Fighters.


YouTube

Condividi.