Sursumcorda: il primo maggio a Livorno

Il primo maggio i SURSUMCORDA saranno in concerto a Livorno nell’ambito della 27° edizione del Trofeo dell’Accademia Navale e Città di Livorno, all’interno del Villaggio Tuttovela (nel porto Mediceo). Sul palco i SURSUMCORDA presenteranno alcuni brani tratti dal loro repertorio e dal doppio album “LA PORTA DIETRO LA CASCATA” in uscita il 17 maggio. Il concerto avrà inizio alle ore 21.30 e l’ingresso è gratuito.

Il gruppo dei SURSUMCORDA, composto da Giampiero “Nero” Sanzari (chitarra e voce), Piero Bruni (chitarra) e Francesco Saverio Gliozzi (violoncello) ai quali si aggiungono Fabio Carimati (batteria) e Emanuele “Manolo” Cedrone (percussioni), debutta con il primo disco, L’Albero dei Bradipi, nel 2004 per il quale vengono chiamati a raccolta dodici musicisti provenienti dal mondo classico, dal Jazz, dal Folk, dalla musica leggera e dalla musica etnica. Stili e generi così diversi sono uniti dalla poesia che fa da collante. Nel 2007 il disco viene ristampato e distribuito in America dalla Passion Records di Boston.

Nel 2006 viene pubblicato “In Volo”, il secondo disco e nel 2009 esce il terzo album “Musica d’argilla”.

Successivamente inizia la collaborazione con il produttore Fausto Dasé, già conosciuto per le produzioni di Giovanni Nuti e Alda Merini (“Rasoi di seta” e “Una piccola Ape Furibonda”) e degli Elisir (premio Tenco 2009) e l’Accademia del Suono, importante polo didattico e studio di registrazione e inizia a delinearsi quello che sarà il nuovo disco “La porta dietro la cascata”.

Il linguaggio del gruppo milanese (ad eccezione Giampiero Sanzari, livornese) è poetico, diretto, mai forbito, grazie al quale poesia e musica diventano un tutt’uno, dando origine allo stile sinestetico: ascoltare significa anche vedere colori, sentire odori e sapori. L’ascoltatore con la musica può immaginare e, quindi, viaggiare grazie a strumenti dalle timbriche differenti, spesso accostati in modo atipico.

Alcuni produttori e registi notano nello stile SURSUMCORDA la caratteristica di essere “fuori dallo spazio e dal tempo”, non connotabile geograficamente ma “trasversale”. Questa versatilità porta il gruppo a comporre sette colonne sonore per documentari: nel 2004 realizzano “Guercino poesia e sentimento nella pittura del 600”, un documentario sulla vita e le opere di Giovanni Francesco Barbieri realizzato per l’omonima mostra a Palazzo Reale, con interventi di Sir John Denis Mahon e Vittorio Sgarbi per la regia Andrea Brambilla. Nel 2006 “Carlo e Federico. Itinerari”, un documentario sulla vita e le opere della famiglia Borromeo realizzato per la mostra omonima al Museo Diocesano di Milano. Nel 2007 i SURSUMCORDA realizzano le musiche di “Stelline e Martinitt. La vita fragile” sulla vita e le opere riguardanti gli orfani dell’orfanotrofio del Pio Albergo Trivulzio nella Milano del lungo ʹ800 con la regia Alberto Osella e uno sulla vita di Antonio Bozzetti dal titolo “Antonio Bozzetti. Milano, la vita e il sogno” (Regia Antonio Grazioli – produzione Teatro Officina, edizione e distribuzione Medialogo, Provincia di Milano). Nel 2008 realizzano le musiche per “I Ligari. Pittori del ‘700 lombardo” sulla vita e sulle opere di Pietro Ligari e Cesare Ligari, nel 2009 “Debito di ossigeno” sulle nuove povertà, e nel 2010 “Vie di terra e di aria”, realizzato per la O.n.g. Patologi oltre frontiera  (regia  Giovanni Pitscheider – Produzione Pitschfilm).

I SURSUMCORDA hanno realizzato anche i videoclip “Via!” con la regia Fausto Caviglia, “Bambino” con la regia Fausto Caviglia e “Infinito” con la regia Giovanni Pitscheider.

www.sursumcorda.ithttp://www.myspace.com/sursumcorda1- http://www.youtube.com/sursumcordagroup -

http://it.wikipedia.org/wiki/Sursumcordahttp://sursumcorda.bandcamp.com/

Condividi.