The Charlatans: il nuovo album, “Who We Touch”, uscirà il prossimo 7 settembre

A festeggiare una carriera ventennale, a due anni di distanza dal loro ultimo lavoro “You Cross My Path”, The Charlatans pubblicano il nuovo album “Who We Touch”, in uscita il prossimo 7 Settembre su etichetta Cooking Vinyl/Edel.
Nel 2008 The Charlatans hanno suonato come supporter in diverse esibizioni di alto livello, comprese quelle dei The Who e dei The Rolling Stones, al Wembley Stadium ed al Twickenham Stadium di Londra.
“Who We Touch”, undicesimo album della band, vanta la produzione di Youth (Paul McCartney, Primal Scream e The Verve) ed è stato registrato al Britannia Row di Londra, celebre studio in cui i New Order registrarono “Blu Monday”.

L’album è “un viaggio sentimentale, un viaggio attraverso stati d’animo edificante e profondo, oscuro e delirante, che si conclude con un ottimismo beato” dice Burgess.

Composto da undici tracce, “Who We Touch” si apre con “Love is fine”, primo singolo estratto dall’album, e contiene influenze e collaborazioni importanti, come “You Can Swim” ispirata ad “Another Green World” di Brian Eno, e “I Sing The Body Eclectic” con featuring di Penny Rimbauld, storica voce dei  The Crass.
La tracklist di “Who We Touch” include anche: “My Foolish Pride”, “You’re Pure Soul”, “Smash The system”, “Intimacy”, “Sincerity”, “Trust In Desire”, “When I Wonder” e le hidden tracks “On The Threshold” e “I Sing The Body Eclectic”.
A curare l’artwork dell’album è stato chiamato l’artista britannico Gee Vaucher, celebre per i suoi lavori con The Crass, e che ha realizzato l’accattivante collage dell’immagine di copertina.
La pubblicazione di “Who We Touch” sarà accompagnata da un esteso tour inglese, già sold out.

Nota biografica:
La band inglese nacque ufficialmente nel 1989, su iniziativa di Rob Collins (tastiere), Jon Baker (chitarra), Martin Blunt (basso) e Jon Brookes (batteria). Dopo aver cambiato diversi frontman, i quattro conobbero il carismatico Tim Burgess e la formazione acquistò la sua attuale fisionomia.
I The Charlatans pubblicarono nel 1990 il loro primo album “Some Friendly” per l’etichetta inglese Beggars Banquet,  ed esordirono con il singolo “Indian Rope”, seguito dalla trascinante “The Only One I Know”, canzone che divenne, in brevissimo tempo, una hit, balzando alla numero uno della Top Ten UK Chart.
Numerosi altri singoli, come “Just When You’re Thinkin’ Things Over” e “Blackened Blue Eyes”, raggiunsero la Top 20 in Inghilterra, mentre gli album “Tellin’ Stories”, “Blackened Blue Eyes” e “Simpatico” scalarono le classifiche della UK Albums Chart.
Nel 2008 The Charlatans hanno pubblicato il loro decimo album “You Cross My Path” su etichetta Cooking Vinyl.

 

Condividi.