Traffic Free Festival 2012 successo a Torino

L’edizione 2012 del Traffic Free Festival di Torino è stata un successo. Si è chiusa sabato con il trionfo degli Orbital la nona edizione di Traffic, che ha raccolto in piazza San Carlo e negli eventi correlati al Molodiciotto e al Circolo dei Lettori oltre 100.000 spettatori, in prevalenza giovani e giovanissimi. Un cast d’eccezione, in cui figuravano le uniche apparizioni italiane di The xx e Orbital, i set di James Blake, Mount Kimbie e Tim Exile, oltre alle esibizioni di promettenti artisti nazionali come Drink To Me, Foxhound, Iori’s Eyes e Mohko.

Nonostante i tagli e le polemiche della vigilia, Traffic ha confermato di essere un appuntamento unico in Italia: non a caso, nei giorni del festival, Radio Deejay ha trasferito a Torino gli studi di “Tropical Pizza”, programma di punta del pomeriggio, per seguire da vicino la manifestazione. Ma Traffic ha ribadito anche di essere capace di richiamare pubblico dall’estero. E questa sua vocazione internazionale è dimostrata dalla stima che gli artisti hanno espresso quest’anno verso il lavoro degli organizzatori. Phil Hartnoll degli Orbital, in un’intervista concessa a “La Stampa”, ha dichiarato che Traffic è “un evento unico al mondo: grande musica, una città splendida, ed è pure gratis”, mentre per The xx “è il festival più cool che ci sia in Italia, nel 2007 avrei voluto esserci per sentire i Daft Punk, ma ero minorenne”. Soddisfatti del risultato, gli organizzatori affermano: “Traffic ha dato prova di estrema vitalità e ha confermato di essere il festival giovanile della città di Torino: la sfida si rinnova adesso nel 2013, per l’edizione del decennale”.

 

Condividi.