Tricky: a giugno al Jazz:re:found Festival a Vercelli

TRICKY
Domenica 13 giugno 2010 – Vercelli – FESTIVAL JAZZ:RE:FOUND
Corso Bormida
Ore 21,30
ingresso: 15 euro +d.p
prevendite: Ticketone

ZERO7
ore 21.30
THE HERBALISER
ore 22.30
Sabato 12 giugno 2010 – Vercelli – FESTIVAL JAZZ:RE:FOUND

Corso Bormida
ingresso: 15 euro +d.p
prevendite: Ticketone

TRICKY
Il geniale fondatore del trip hop torna in Italia reduce dal successo dell’ultimo album “Knowle West Boy” (Domino /Spingo)  accolto con grande entusiasmo da pubblico e critica.

La sinistra voce dei lati più oscuri e inquietanti della nostra coscienza: lo si potrebbe riassumere così Adrian Thaws, meglio conosciuto come Tricky – uno dei personaggi musicali più significativi e al tempo stesso irregolari degli ultimo 15 anni.
Era il 1995 quando metteva a soqquadro la scena musicale con “Maxinquaye” (una delle pietre miliardi di quello che all’epoca era chiamato trip hop, sicuramente il suo frutto più morboso, oscuro, malato) e questo ragazzo di Bristol, cresciuto nel giro dei Massive Attack, decideva di camminare da solo, ritrovandosi all’improvviso tutto il mondo ai suoi piedi così come tutto il mondo contro, contemporaneamente, come da lui lucidamente raccontato nei suoi rap.
 Quelli che seguono sono anni di dischi importanti (“Pre-Millennium Tension”, “Angels With Dirty Faces” o “Blowback”, giusto per citarne alcuni), di collaborazioni illustri (con Björk, ma anche Terry Hall degli Specials o Dj Muggs dei Cypress Hill), di esperimenti vari (attore per il “Quinto elemento” di Luc Besson), ma anche di improvvise fughe, di scomparse, di situazioni pericolose, di risse e litigi.

Dopo cinque anni di silenzio discografico e di peregrinazioni tra New York e Los Angeles nel 2008 è arrivato “Knowle West Boy”, salutato unanimemente dalla critica come disco di eccezionale valore che riporta regalmente Tricky al massimo splendore, quello degli esordi, in un incrocio tra rock, blues, rap ed elettronica. Knowle West Boy è un disco che riassume alla meraviglia tutto quello che Tricky ha fatto fin dal suo debutto nel 1995. Dal blues sardonico di Puppy Toy al “classicismo” ipnotizzante di Joseph, dall’atmosfera punk di Council Estate alla magia di Past Mistake, dall’art stomp alla Bogus Man dei Roxy Music di Bacative alla commovente storia autobiografica di gravidanza giovanile School Gates.
 Knowle West Boy vede il nostro eroe incompreso ammiccare al post-punk, al two-tone, al reggae, all’hip hop e al puro pop, tutti i generi che Tricky è cresciuto adorando, e che qui risultano compressi in un unico disco e valorizzati dalla sua incredibile band per dar vita ad uno dei lavori più vari ma anche più accessibili della sua intera carriera.
Knowle West Boy vi dice tutto quello che avreste sempre voluto sapere su Tricky, oltre ad essere un disco di musica che suona ancora, come sempre, come nient’altro su questo pianeta.

Insomma un artista dal carisma incredibile. Carisma tradotto benissimo nei suoi live feroci e spiazzanti, tra intensità e provocazione

READ MORE: http://www.trickyonline.com/

Condividi.